Ladro piglia tutto, in venti giorni
tre colpi su treni e negozi: processo

Giovedì 6 Agosto 2020 di Nicola Sorrentino
PAGANI. In meno di un mese era riuscito a rubare di tutto: generi alimentari, piastrelle, tostapane, borse, telefoni cellulari e altro. Con abilità e destrezza, fino a quando non fu individuato e ristretto nel suo comune di residenza, Pagani, prima di finire poi in carcere per altri reati. Ora finisce a processo con il giudizio immediato G.I. , su richiesta della Procura di Nocera Inferiore, un ragazzo 28enne di origini brasiliane, per l'accusa di furto e violenza privata. Gli episodi che lo riguardano sono tutti circoscritti in meno di un mese, dal 9 febbraio scorso al 28 marzo seguente. Il primo colpo lo consuma al "Lidl" a Pagani, in via Nazionale, riuscendo a nascondere sotto il giubbino prodotti alimentari.

Poi la fuga, nonostante il tentativo congiunto di un dipendente del centro commerciale e del vicedirettore che erano intervenuti per fermarlo, senza successo. Meno di venti giorni dopo il ragazzo si reca presso un chioschetto, sempre a Pagani, riuscendo a rubare in sequenza patatine, biscotti, panini di pasta e cartoni di bevande. E ancora, una friggitrice, un trapano, un utensile per tagliare le piastrelle del pavimento, un frullatore, un impastatore, un tostapane e delle pentole in acciaio. Tre giorni dopo cambia obiettivo e finisce su di un treno regionale Napoli-Salerno, all'altezza della stazione di Angri, riuscendo a strappare la borsa ad un uomo, con all'interno documenti, oggetti personali e telefono cellulare.

Lo scippo viene consumato del tutto, con la fuga finale del ragazzo. Una volta individuato dai carabinieri di Pagani, attraverso specifiche indagini e immagini di videosorveglianza provenienti dai luoghi dove il giovane aveva rubato, partì per lo stesso l'iter giudiziario, ora concluso con il giudizio immediato. In ragione delle prove evidenti raccolte contro G.I. , che ora ha due alternative: il processo o il rito alternativo.  © RIPRODUZIONE RISERVATA