Le mani della camorra sul Cilento
lo Stato risponde: vertice tra procure

di Petronilla Carillo

  • 1
La costituzione di un commissariato di polizia ad Agropoli e il passaggio della tenenza della guardia di finanza di Vallo della Lucania a compagnia. È quanto chiesto ai vertici delle forze dell’ordine dal procuratore generale della Corte d’Appello di Salerno, Leonida Primicerio, e dal procuratore capo di Vallo della Lucania, Antonio Ricci, per contrastare la diffusa illegalità che sta prendendo piede nel Cilento e che da anni, ormai, è attentamente monitorata dagli organi investigativi ed inquirenti. E proprio per far sentire forte la presenza dello Stato sul territorio, si è tenuta proprio a Vallo della Lucania una riunione tecnico-operativa alla presenza de procuratore generale della Corte d’Appello di Salerno e dei massimi esponenti della procura di Salerno e Vallo della Lucania oltre che dei rappresentanti delle forze dell’ordine. Obiettivo del vertice l’intensificazione del coordinamento tra le procure del Distretto e le forze pubbliche del territorio al fine di pianificare una strategia operativa che possa dare risposte investigative a medio e lungo termine ai cittadini, in modo particolare a quelli che vivono in contesti urbani che si stanno rivelando pericolosi sotto il profilo della criminalità. L’obiettivo, in particolare, contrastare le infiltrazioni della criminalità in alcune zone del territorio cilentano. 
Sabato 23 Febbraio 2019, 06:55 - Ultimo aggiornamento: 23-02-2019 10:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP