Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Libri scolastici, genitori costretti a pagarli:
«Il Comune ci mette troppo tempo»

Mercoledì 21 Settembre 2022 di Nello Ferrigno
Libri scolastici, genitori costretti a pagarli: «Il Comune ci mette troppo tempo»

Costretti ad anticipare i soldi dei libri scolastici alle librerie convenzionate. Succede a Nocera Superiore. Secondo quanto raccontato da alcuni genitori, i cui figli frequentano la scuola dell’obbligo, i titolari di alcune librerie hanno chiesto, alla presentazione dei buoni libro, l’anticipo dei soldi «perché il Comune ci impiega troppo tempo a pagarci».

Diverse persone hanno aderito, altre no chiedendo agli uffici comunali se era corretta la richiesta dei librai. «Nessun cittadino – ha spiegato la dirigente dell’ufficio della pubblica istruzione - è tenuto a versare soldi». La stessa dirigente ha inviato una lettera di diffida alle tre librerie presenti in città, pena la sospensione della convenzione. È intervenuto anche il sindaco Giovanni Maria Cuofano che ha inviato la polizia municipale per effettuare delle indagini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA