Turismo, diritti non solo per chi viaggia:
ecco il libro del giudice Cammarota

Sabato 17 Ottobre 2020

Il turismo come opportunità. Con fiducia. Oltre la pandemia. Perché il vero tesoro della Campania e dell’Italia tutta non può restare nascosto e trascurato: verrà il tempo di ripartire, percorrendo le nuove strade del digitale. Benevento, Palazzo Paolo V: con le cautele per il Covid, ma con spirito positivo. L’occasione: presentare il nuovo libro del giudice Lucia Cammarota: “I diritti del turismo per chi viaggia e per chi ospita” (Direkta edizioni). Dopo il successo del saggio sul reddito di cittadinanza, un’altra prova d’autore. Un manuale e allo stesso tempo un racconto, un libro di cultura e anche una bussola tra regole, codici, sentenze: il tutto visto sia dalla parte di chi visita che dalla parte di chi accoglie.

Dopo il benvenuto dell’organizzatore, Antonio Lonardo, presidente camera civile avvocati di Benevento, i saluti del sindaco Clemente Mastella, che è partito dalla sua recente visita “in una Roma triste e deserta”: “A maggior ragione ha senso parlare di futuro e di prospettive”. Così anche per il neo responsabile del Turismo della Regione Campania, Felice Casucci, al suo battesimo da assessore: “L’epoca del virus segnerà il passaggio dall’io al noi, dal pessimismo alla speranza. E il nostro territorio non potrà che rilanciare la sua vocazione turistica”. Luigi Diego Perifano, presidente Lidu di Benevento, ha premiato la dottoressa Cammarota per il talento e la competenza con un riconoscimento prestigioso della Lega dei diritti dell’uomo e ha ricordato “la necessità assoluta di coinvolgere sempre le persone più fragili”. Il giudice Lucia Cammarota ha raccontato il suo libro. Riferimenti normativi e casi concreti giurisprudenziali, l’amore per la sua terra, l’accoglienza perfetta per chi ospita perchè “occorre che l’ospite senta di non poter star meglio in nessun altro posto” e il turismo delle tre S (sociale, solidale, sostenibile) per chi viaggia. “La crisi nel settore del turismo è drammatica, è un livello di dolore difficile da catturare a parole – ha spiegato la scrittrice -, di qui l’indicazione sugli attuali finanziamenti e su tutte le nuove professioni turistiche richieste dal mercato, ma bisogna essere preparati: studiare studiare studiare rimane il segreto di ogni vero successo. Il Covid è così l’occasione di disegnare il nuovo mondo”.

Per Rossella Del Prete, assessore alla Cultura di Benevento e docente di Storia economica all’università del Sannio, i punti chiave sono l’affidabilità e il lavoro: “E’ un’epoca in cui fidarsi è tutto. E se non ripartiamo dalle opportunità di impiego non abbiamo futuro. Ma le condizioni ci sono, le idee sono benvenute”. Così come per Gerardo Giuliano, magistrato del Tribunale di Benevento, il “tempo sospeso” di questi giorni non può diventare un alibi: “Il diritto si evolve, è un organismo vivo. Conoscere è il primo passo”. Conclusioni affidate a Venanzio Postiglione, vicedirettore del Corriere della Sera: “Il senso del libro è “fiducia”. Il momento di ricostruire è questo, è adesso: prepararsi per tempo e poi entrare in campo. Rapporto diretto con le persone, progetti legati all’ambiente, sintonia con il mondo digitale. Che ormai è come l’aria che respiriamo. Più innovazione, niente panico”. Anche un libro, in questi giorni difficili, può aiutarci ad affrontare il presente e accompagnarci verso il futuro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA