Luci d'artista, piano sicurezza
oggi in comitato prefettizio

Martedì 30 Novembre 2021 di Petronilla Carillo
Luci d'artista, piano sicurezza oggi in comitato prefettizio

Che Natale sarebbe senza le polemiche? E quest’anno, di polemiche, ce ne sono tante. Come anche l’incertezza. Ieri mattina, mentre in prefettura si svolgeva una riunione tecnica per rivalutare il piano «corretto» per la sicurezza dell’evento Luci d’artista, presentato dall’amministrazione comunale attraverso la Kls Studio, a piazza Portanova gli operai del Comune hanno iniziato a montare l’albero di Natale. Intanto, mentre l’amministrazione annuncia l’accensione delle luci per venerdì 3 dicembre, quest’oggi commercianti e albergatori, a partire dalle 11 si ritroveranno in piazza Portanova per protestare: vogliono risposte certe sulle manifestazioni natalizie e seui servizi promsessi. Al momento, difatti, tutto è affidato al solo passaparola. 

È il giorno delle decisioni. Di quelle che deve prendere il Comitato per l’ordine e la pubblica sicurezza sul piano presentato dal Comune per garantire il buon andamento dell’evento Luci d’artista. Un piano contestato nel corso della seduta di giovedì scorso e rinviato al mittente con una serie di prescrizioni. Prescrizioni sulle quali, sembra, siano state trovate delle convergenze e, nel pomeriggio di ieri, il piano sarebbe stato ulteriormente rafforzato e arricchito per passare, questa mattina, all’esame prefettizio. Una corsa contro il tempo, in pratica. E se anche sono state previste maggiori risorse in campo, resta ancora da definire i flussi nelle aree interessate dalle installazioni e capire se, in piazza Flavio Gioia, alla rotonda in pratica, sono stati organizzati percorsi diversi di entrata e di uscita. Nodi organizzativi che verranno sciolti soltanto nella tarda mattinata di oggi. Poco importa, intanto, se si sta montando anche l’albero: in fondo questo è stato autorizzato in tutte le città italiane ed europee. Sicuramente, sotto il profilo organizzativo l’evento quest’anno, sarà di più basso profilo rispetto agli anni precedenti. Meno luci, più sobrie. Ma, per molti, è un necessario passo in avanti per favorire un lento ritorno alla normalità ed aiutare l’economia. 

 

E oggi è anche il giorno della protesta dei commercianti e degli albergatori già infastiditi dallo slittamento dell’accensione di venerdì scorso.

«Vogliamo chiarimenti sulla mancata apertura dei parcheggi interrati a Piazza della Libertà, quando la stessa è stata inaugurata il giorno di San Matteo. Gli stalli sono pronti da tempo eppure si aspetta la concomitanza con le luci, non ne capiamo il motivo – scrivono i commercianti in una nota – Ed ancora chiediamo chiarimenti sull’evento delle Luci d’Artista posticipato di 3 settimane, con l’inaugurazione prevista in un primo momento per il 26 novembre, ma inspiegabilmente annullata, senza nemmeno un comunicato stampa, tant’è che la città è stata raggiunta da tanti turisti, che con tanta delusione se ne sono ritornati indietro, questa è stata decisamente una pessima figura». Giovedì scorso, ricordiamo, il Comune annunciò l’accensione delle luci, attraverso l’assessore alla Trasparenza Claudio Tringali nonostante nella stessa mattinata il piano sicurezza non avesse del tutto convito questura e vigili del fuoco, direttamente interessati alla gestione dell’evento. Poi venerdì nessuna luce accesa. Bisogna anche capire se ci sarà, come negli anni precedenti, una madrina e se ci saranno eventi di presentazione.

Ultimo aggiornamento: 21:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA