Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Malika Ayane parla con gli studenti
all'evento “Tempesta di pace”

Venerdì 10 Giugno 2022
Malika Ayane parla con gli studenti all'evento “Tempesta di pace”

L’Istituto comprensivo statale “Samuele Falco” di Scafati, in considerazione dell’importanza che la musica riveste nel veicolare temi e valori di cittadinanza attiva, promuove l’evento “Tempesta di pace”, che metterà a confronto diverse centinaia di studenti di Scafati e dell’intera area vesuviana con la cantautrice Malika Ayane, da sempre attenta ai temi dell’inclusione, della legalità e della pace, che sono al centro del progetto.

Nel suggestivo scenario del sito storico del Real polverificio Borbonico, l’istituto organizzatore, coordinerà i momenti di condivisione e di riflessione tra studenti, docenti e delegazioni di scuole secondarie di I e II grado dell’hinterland campano. L’appuntamento è per lunedì 20 giugno, a partire dalle 17, alla vigilia della festa della musica, voluta dal Ministero della Cultura. La serata sarà presentata dal giornalista Paolo Romano. Ad aprire la manifestazione sarà il cantautore Roberto Colella, frontman de La Maschera. Seguiranno gli interventi delle scuole partecipanti e l’atteso incontro con Malika.  

Tra gli ospiti, il produttore, attore, conduttore e speaker radiofonico Flavio Massimo di radio rid968 “Solo cose belle”; Massimiliano Neri, protagonista del programma su Rai 2 “Star bene”; l’attrice Margherita Mazzucco (Elena nella serie televisiva “L’amica geniale”), l’assessore alla scuola della regione Campania, Lucia Fortini.

«L’evento #tempestadipace» sottolinea il dirigente scolastico dell’istituto Falco, Domenico Coppola «vuole essere un momento di riflessione, approfondimento e confronto nel segno dell’inclusione, per prendersi cura delle comunità locali e reinterpretare il nostro essere cittadini a partire dalla quotidianità e dalla musica. Sarà anche l’occasione per ribadire i valori della legalità, delle cultura e delle radici che generano inclusione e solidarietà».

Video

Nella drammatica attualità di questi giorni, prendendo spunto da un celebre brano di Malika Ayane, nello spirito e nell’entusiasmo che caratterizza le giovani generazioni, gli studenti si produrranno in momenti espressivi preparati da loro con lo slogan “Tempesta di pace”. La musica supera tutti i confini e ribadisce la necessità di intensificare tutti gli sforzi locali e internazionali per promuovere una cultura di pace. Cantare la pace, parlare di pace è un modo per ridare forza a un valore che può essere altrettanto forte, una pace attiva, una pace viva, dinamica, appunto una tempesta pacifica.

Insieme all’istituto “Samuele Falco” che organizza, prenderanno parte all’evento 18 istituti scolastici del vasto territorio di riferimento: i circoli didattici 1-2-3-4, la scuola “Martiri d’Ungheria”, la “Tommaso Anardi”, gli istituti secondari superiori “I.I.S. Renato Caccioppoli” e l’Itis “Pacinotti”, “Edison”, “Einaudi”, tutti di Scafati. Poi il terzo circolo didattico di Angri, il liceo Pascal di Pompei; il liceo Severi e l’Itis “Elia” di Castellammare di Stabia; l’istituto Alberghiero di Vico Equense, il liceo Don Milani di Gragnano; l’Ic “Rodari” di Boscoreale. Il bacino geografico di riferimento abbraccia due province, quella salernitana e quella napoletana, con diversi comuni in aree densamente popolate, dove è necessario rafforzare le pratiche educative e inclusive. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA