Mamme e figli intossicati dal parrucchiere
a Salerno: scatta la denuncia per lesioni

Mamme e figli intossicati dal parrucchiere a Salerno: scatta la denuncia per lesioni
di Petronilla Carillo
Sabato 10 Settembre 2022, 05:45 - Ultimo agg. 19:43
2 Minuti di Lettura

Lesioni. È questo il capo di imputazione per il quale è stato iscritto sul registro delle notizie di reato il parrucchiere di Pastena nel cui negozio, giovedì pomeriggio, si sono intossicati due bimbi di 2 e 5 anni e le loro mamme, una delle quali incinta di nove mesi. Un atto dovuto, precisano gli inquirenti. Per fortuna i quattro stanno tutti bene. Mentre sono state invitate a dei controlli in ospedale tutte le altre clienti del salone e anche le lavoranti in quando il monossido di carbonio, la causa dell’intossicazione delle mamme e dei bambini, potrebbe produrre effetti collaterali anche a distanza di qualche giorno.

La decisione dei carabinieri della compagnia Salerno, agli ordini del capitano Antonio Corvino, è arrivata nella serata d ieri al termine di una lunga giornata di verifiche e controlli, a seguito dei quali sarebbe stata accertata la causa: un malfunzionamento della caldaia che, stando ad alcune indiscrezioni, non sarebbe stata sottoposta ai controlli di routine. Per il momento il negozio resta ancora sotto sequestro, almeno fino a quando sono saranno effettuate le prescrizioni necessarie per gli adeguamenti tecnici che i vigili del fuoco indicheranno. In un primo momento, ricordiamo, si era pensato ad una sbagliata miscelazione del colore dal momento che entrambe le donne che poi si sono intossicate avevano appena messo sulla testa il prodotto. Poi le verifiche dei tecnici dei vigili del fuoco hanno consentito di accertare le cause reali, anche grazie agli esami condotti in ospedale: le due mamme e i loro bambini, ricordiamo, sono stati sottoposti a trattamento iperbarico per il recupero dell’ossigenazione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA