Marcello Torre, il sindaco eroe dimenticato:
Comune assente a 39 anni dall'omicidio

Mercoledì 11 Dicembre 2019 di Aldo Padovano

La città di Napoli intitolerà a Marcello Torre il largo antistante al Palazzo di Giustizia mentre il Comune di Pagani non parteciperà nemmeno agli eventi dedicati al sindaco ucciso dalla camorra 39 anni fa. Questa la paradossale novità per gli eventi previsti in memoria di Marcello Torre, il sindaco di Pagani ucciso dalla camorra la mattina dell’11 dicembre 1980. Palazzo San Carlo non patrocinerà l’iniziativa. Il presidio cittadino di Libera, intitolato all’altra vittima innocente della camorra Antonio Esposito Ferraioli, assieme all’associazione “Marcello Torre” e alla famiglia Torre, ha deciso di pagare di tasca propria gli spazi dell’auditorium “Sant’Alfonso Maria de’ Liguori” in cui oggi si svolgeranno gli incontri previsti dal programma. Una scelta netta forse anche figlia dei duri attacchi che il decaduto Alberico Gambino rivolse all’indirizzo dei militanti dell’associazione fondata da don Luigi Ciotti nel consiglio comunale dello scorso 30 giugno. Il Comune di Pagani, quindi, resta fuori dalla commemorazione: solo la Paganese Calcio, di cui era presidente onorario, osserverà un minuto di silenzio nel match di oggi con il Catania. Sarà Napoli, invece, a dedicare una piazza alla memoria diTorre, giovedì 12 dicembre presso il Centro Direzionale, mentre a Pagani brucia ancora la vicenda di piazza Corpo di Cristo, prima intitolata a Torre e poi subito cancellata. 

Ultimo aggiornamento: 07:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA