«Mi hanno rapinato di 7000 euro»,
ma i carabinieri scoprono la bufala

di Nicola Sorrentino

  • 192
NOCERA INFERIORE. Va dai carabinieri e sporge denuncia, raccontando di essere stato rapinato. Ma non era vero nulla. Ora dovrà affrontare un processo un ragazzo di 22 anni, originario di Napoli, accusato di simulazione di reato per quanto riferito alla stazione carabinieri di Nocera Inferiore il 9 dicembre 2015. Il giovane, una volta recatosi al reparto territoriale, spiegò di essere stato vittima di una rapina commessa da almeno tre persone. Dopo essere sceso dalla propria autovettura, in via Atzori, si era recato presso la banca Monte Paschi di Siena per effettuare un versamento. Ad un tratto, stando sempre al suo racconto, sarebbe stato aggredito da tre individui, di cui uno armato di pistola, che lo avrebbe colpito con calci e pugni, facendolo finire a terra. Subito dopo, fu costretto a consegnare la cifra in contanti di 7500 euro. Da una rapina indagine però, i carabinieri avevano scoperto che la rapina non era mai stata commessa, facendo così scattare per il ragazzo la denuncia a piede libero per simulazione di reato. Il processo che dovrà affrontare il giovane chiarirà i contorni della vicenda, probabilmente legati a quella somma in contanti, trattenuta dal ragazzo, che spiegò invece alle forze dell'ordine di aver dovuto consegnare a dei rapinatori immaginari. 
Giovedì 8 Agosto 2019, 09:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP