Un chilo di cocaina a casa dei nonni:
pusher condannato a quattro anni

Domenica 29 Novembre 2020 di Nicola Sorrentino

Aveva nascosto in casa dei nonni un chilo di cocaina, Confermata la responsabilità per Luigi Vicidomini anche in Appello, con una condanna a 4 anni per detenzione ai fini di spaccio. Rispetto al primo grado, l’imputato ha avuto una riduzione di otto mesi. Era difeso dai legali Giuseppe Della Monica e Francesco Vicidomini. Il 34enne finì in manette dopo un blitz della squadra mobile a settembre 2019, che raggiunse l’abitazione di alcuni parenti, estranei alle condotte del nocerino, scoprendo la droga nascosta in camera da letto. Dopo poco giunse anche l’imputato, che confermò il possesso e la disponibilità di quel quantitativo. Le indagini furono condotte dal sostituto procuratore Roberto Lenza, che individuò in quella casa una sorta di deposito - come si leggeva nell’informativa - che serviva a non destare sospetti, in ragione dei trascorsi dell’imputato. Durante le perquisizioni, la polizia sequestrò anche una grossa somma di denaro, che fu inizialmente ritenuta provento di spaccio. I soldi furono poi dissequestrati e restituiti dopo l’udienza al Riesame.

Ultimo aggiornamento: 09:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA