Nocciolino spacciato
per pellet: denunciato

Venerdì 28 Gennaio 2022 di Pasquale Sorrentino
Nocciolino spacciato per pellet: denunciato

Dopo il sequestro di 57 tonnellate di pellet a Teggiano, un’altra operazione nel Vallo di Diano da parte della guardia di finanza di Salerno. Le Fiamme gialle di Sala Consilina hanno infatti posto i sigilli per 15 tonnellate del cosiddetto «nocciolino», combustibile legnoso utilizzato per il riscaldamento e simile al pellet. All’esito di un’ispezione all’interno di un negozio a Polla il prodotto è risultato non a norma. Gli articoli erano privi di qualsiasi indicazione circa le caratteristiche qualitative e l’eventuale presenza di sostanze potenzialmente pericolose per la salute delle persone e per l’ambiente. Dopo aver esaminato i documenti conservati nell’esercizio commerciale, i finanzieri hanno proceduto al sequestro di tutto il materiale non conforme trovato, confezionato in 600 sacchetti da 25 chilogrammi, pronti per essere immessi sul mercato, in mancanza di qualunque indicazione prevista dal Codice del consumo. Il titolare dell’impresa è stato segnalato all’autorità amministrativa competente e rischia ora sanzioni che possono raggiungere i 25mila euro. I controlli proseguiranno anche nelle prossime settimane in tutta la provincia di Salerno. Le due ultime operazioni da parte delle fiamme gialle hanno permesso di bloccare la vendita di materiale irregolare per un valore di circa 20mila euro.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA