Nocerina, sequestro da 100mila euro
per le false attestazioni del Cura Italia

Mercoledì 23 Marzo 2022 di Giuliano Pisciotta
Nocerina, sequestro da 100mila euro per le false attestazioni del Cura Italia

Sequestro da 100mila euro ai danni della Nocerina per lo scandalo delle false attestazioni prodotte per ottenere i bonus previsti dal decreto Cura Italia. Dopo la giustizia sportiva, è arrivato oggi anche il provvedimento di quella ordinaria.

I carabinieri hanno infatti eseguito un decreto di sequestro preventivo, finalizzato alla confisca diretta e per equivalente per un ammontare di 100mila euro. Le indagini hanno permesso di accertare un articolato sistema fraudolento, finalizzato ad ottenere i ristori economici previsti dal decreto legge 17/03/2020 n. 18. 

Il governo stanziò per il settore sportivo la somma di 50 milioni di euro per l'anno 2020/2021, da destinare a tesserati e collaboratori di Federazioni Sportive Nazionali, Enti di Promozione Sportiva, società e associazioni sportive dilettantistiche. 

Secondo le risultanze investigative, l'ormai ex presidente della Nocerina, Paolo Maiorino e il dirigente Gerardo Torre produssero una documentazione fraudolenta, con la quale si attestava falsamente l'esistenza di rapporti di collaborazione con i calciatori della formazione Juniores. L'ammontare del contributo erogato dalla Società Sport e Salute spa è pari a 800 euro per i mesi di novembre e dicembre 2020 e 400 euro per i mesi da gennaio a marzo 2021. 

La giustizia sportiva aveva già emesso due provvedimenti nello scorso autunno. In particolare, il 22 ottobre quattordici calciatori della Juniores - tesserati nella stagione 2020/2021 - patteggiarono le rispettive sanzioni avvalendosi dell'art. 126 del Codice di Giustizia Sportiva. 

Più pesanti invece i provvedimenti emessi il 28 ottobre, che videro coinvolti tra gli altri il presidente Maiorino e l'ex responsabile del settore giovanile Torre. Entrambi furono colpiti da un'inibizione di ben due anni e alla società fu invece comminata un'ammenda di 7500 euro. 

Ultimo aggiornamento: 13:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA