Nozze arcobaleno per un carabiniere
e il suo compagno nel Salernitano

di Pasquale Sorrentino

4
  • 6838
Sarà una graziosa casa a San Rufo a fare da nido d’amore per Paolo e Nunzio. A dir la verità già da almeno tre anni i due stanno vivendo la loro storia d’amore nel piccolo paese del Vallo di Diano. Da quando – innamorati – hanno deciso di acquistare casa a un centinaio di chilometri dalle proprie abitazioni e trasferirsi in un paese tranquillo, accogliente, e immerso nella natura. San Rufo appunto. Poco più di mille anime. E Paolo e Nunzio si sono integrati meravigliosamente nel paese, lo vivono con passione e amore. Hanno stretto tante amicizie e tra queste anche il sindaco Michele Marmo. Qualche tempo fa, Paolo, carabiniere di professione, e Nunzio hanno chiesto al primo cittadino se fosse stato disposto a celebrare il loro matrimonio. Il sindaco, infermiere e di mentalità estremamente aperta, ha subito acconsentito. «Il loro amore è meraviglioso e a San Rufo sono voluti bene da tutti», ha detto il primo cittadino.

E ieri mattina il fatidico di sì. In un meraviglioso scenario del Cilento: Paestum. Si tratta della prima unione civile che vede protagonista un carabiniere. E ovviamente il suo compagno. Nella meravigliosa villa Andrea di Paestum si è tenuta l’emozionante cerimonia organizzata dalla wedding planner Danila Olivetti. Circa cinquanta invitati, un menù raffinato e un amore forte e vero. Quello di Paolo e Nunzio. Il militare lavorare nella compagnia di Castellammare di Stabia si è sposato indossando l’uniforme di carabiniere per celebrare i suoi due amori. Quello verso il compagno e quello verso l’Arma che difende da anni e sempre con il massimo orgoglio. Due amori che saranno coltivati da un piccolo e ridente paese del Vallo di Diano: San Rufo dove il loro nido d’amore è pronto ad accoglierli.
Venerdì 14 Settembre 2018, 06:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-09-14 11:37:20
sapevo che nell'ambiente militare l'omosessualità era considerata causa di invalidità e congedamento. Comunque auguri, sono convinto che le nozze in divisa sono motivo di orgoglio per la Benemerita
2018-09-14 09:21:39
mah
2018-09-14 09:06:08
I carabinieri sono stati sempre i difensori della civiltà italiana, cambiano i valori cambiano anche loro.
2018-09-14 06:58:51
Grande coraggio. Nel mondo militare dichiararsi gay nn è facile bravo

QUICKMAP