Omicidio Vassallo, sopralluogo
dell'Antimafia a Pollica

Venerdì 16 Luglio 2021 di Antonio Vuolo
Omicidio Vassallo, sopralluogo dell'Antimafia a Pollica

La Commissione Parlamentare Antimafia, presieduta da pentastellato Nicola Morra, sarà a Pollica il prossimo 23 luglio, per fare luce sull’omicidio del sindaco Angelo Vassallo. Il gruppo di lavoro, coordinato dall’onorevole Luca Migliorino, sarà, infatti, ad Acciaroli per ispezionare tutti gli elementi istruttori utili a non far cadere nel vuoto il fascicolo d’inchiesta relativo all’uccisione di Vassallo, prima che decorrano i termini della prescrizione.

«Un’attenta attività d’indagine, già condotta in maniera autonoma dal Parlamento – sottolinea il presidente della Fondazione e fratello del sindaco pescatore, Dario Vassallo - È una cauta speranza. Occorre fare luce sulla verità e mantenere alta l’attenzione, prima che decadano i termini della prescrizione. È una corsa contro il tempo, per Angelo, per il Cilento e per uno Stato di diritto che tuteli la legalità».

Sull’uccisione di Angelo Vassallo, avvenuta la sera del 5 settembre 2010, non sono state ancora accertate le responsabilità. Sono trascorsi, infatti, undici anni senza conoscere la verità, quella che i familiari, la Fondazione, la comunità locale e non solo, chiedono a gran voce.

«La venuta ad Acciaroli della Commissione Antimafia documenta la forza dello Stato che, quando opera al pieno delle sue funzioni – insiste Dario Vassallo - e nel pieno delle sue forze, dimostra che non ce n’è per nessuno e non arretra davanti a niente, perché è fondamentale arrivare alla verità, non solo per noi ma per un Paese intero». Nelle settimane scorse, il gruppo di lavoro ha già ascoltato Dario e Massimo Vassallo, e altre persone. Lo stesso Dario fu già ascoltato due anni fa in seduta plenaria, mettendo a verbale oltre 400 pagine di memoria, con nomi e cognomi di uomini della società civile, delle Istituzioni e della politica, facendo riferimento a fatti e circostanze ben dettagliate ed il cui contenuto dell’audizione venne per gran parte segretato.

 

Ultimo aggiornamento: 13:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA