Orrore in sala mortuaria: centinaia di formiche sul volto di una defunta

di Daniela Faiella

1
  • 256
È stata trovata con il volto completamente sommerso dalle formiche. Lì, su quel tavolo di marmo, nella sala mortuaria dell'ospedale di Scafati dove da poco era stata sistemata, ormai cadavere, proveniente dal reparto di rianimazione. A.N. 60 anni, di Angri, è morta ieri mattina, poco dopo le 9, per una presunta sepsi, come indicato nella sua cartella clinica. I familiari non hanno esitato a chiedere l'intervento dei carabinieri della tenenza locale che una volta sul posto, hanno accertato quanto era stato anticipato telefonicamente. L'anziana aveva realmente il volto invaso dalle formiche, provenienti dal pavimento. Uno dei figli della donna, R.R., 38enne di Angri, ha seguito i militari negli uffici del reparto di via Oberdan per formalizzare la sua denuncia, per le gravi carenze igieniche riscontrate nella sala mortuaria anche dai militari operanti durante il sopralluogo. L'uomo, che in passato ha avuto qualche problema con la giustizia, avrebbe denunciato anche una presunta negligenza dei medici del Mauro Scarlato, accusandoli di «non aver assistito la madre come avrebbero dovuto».

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 14 Agosto 2019, 10:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-08-14 13:28:21
la solita storiella per abbo-nati, scoprite piuttosto a chi conviene il riflettore

QUICKMAP