Pagani, aggredisce pompiere durante
un incendio: condannato a 7 mesi di carcere

Martedì 23 Marzo 2021 di Nicola Sorrentino
Pagani, aggredisce pompiere durante un incendio: condannato a 7 mesi di carcere

E' stato condannato a sette mesi di reclusione, con pena sospesa, un 50enne di Pagani, M.C. , finito sotto accusa per aver aggredito un vigile del fuoco durante un intervento che risale al 5 agosto del 2013. La sentenza è stata emessa dal tribunale monocratico di Nocera Inferiore. Le contestazioni riguardavano la violenza commessa da parte dell'imputato verso il vigile, preso alle spalle, mentre era impegnato a spegnere un incendio divampato nella ditta di ortofrutta a Pagani, di uno degli imputati. Il secondo è stato assolto.

A denunciare il caso fu proprio un pompiere del comando provinciale di Salerno, originario di Mercato San Severino. Secondo la ricostruzione dei fatti, M.C. strappò di mano alla vittima la pompa che stava utilizzando, «per costringere lo stesso ad intervenire in maniera diversa e quindi per influire sul servizio svolto». Fondamentale per l'inchiesta è risultata essere la testimonianza della vittima, che spiegò di essere intervenuto di notte, durante il turno. Fu chiamato per dare supporto ad altre squadre presenti sul posto. Una volta dentro il capannone, la squadra utilizzò la pompa per domare le fiamme. La vittima ha spiegato che ad un tratto tutti si spostarono su un lato differente del capannone, dietro ordine del caposquadra. Fu in quel momento che alcune persone cominciarono ad inveire contro di lui. Tra le quali, l'imputato, che lo avrebbe colpito alle spalle per poi strappargli la pompa di mano. A nulla valsero le spiegazioni che lui e altri colleghi avevano dato a quel gruppo di persone. Il dibattimento ha stabilito la responsabilità a carico di M.C. , giudicato colpevole a sette mesi di reclusione con il risarcimento per le spese processuali per un totale di 1710 euro, oltre al risarcimento da quantificare in sede civile e con un giudizio separato. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA