Pagani, nella serra per coltivare funghi
aveva 120 chili di marijuana: condannato

Lunedì 1 Marzo 2021 di Nicola Sorrentino
Pagani, nella serra per coltivare funghi aveva 120 chili di marijuana: condannato

E' stato giudicato colpevole e condannato ad 1 anno e 4 mesi di reclusione, con pena sospesa, un uomo di 55 anni, di Pagani, che rispondeva dell'accusa di aver posseduto e gestito una serra con una piantagione di marijuana. La sentenza è stata emessa dal tribunale monocratico di Nocera Inferiore. L'uomo finì coinvolto nell'indagine dopo un blitz dei carabinieri della tenenza di Pagani e sottoposto agli arresti domiciliari in prima battuta, come misura cautelare. La marijuana era stata scoperta all'interno di una tenuta agricola dedicata alla produzione di funghi, con un totale di oltre 120 chili poi finiti sotto sequestro da parte delle forze dell'ordine.

LEGGI ANCHE Covid a Napoli, il post dell'operatore sanitario: «È avvilente dover dire ad un ragazzo di 26 anni che verrà intubato»

L'accertamento era scattato in via Corallo, zona periferica di Pagani, fino ad individuare l'appezzamento con l'installazione della serra. Le piante avevano un'altezza di circa quattro metri. I funghi, invece, rappresentavano il business dell'uomo, con le serre adibite per l'occasione e curate e dedicate alla canapa e alla produzione di stupefacente. Il tribunale, al termine del dibattimento, ha riconosciuto l'uomo colpevole - non aveva precedenti - con sospensione condizionale della pena. Nell'area interessata dal sequestro, insieme alla marijuana, era presente nache un sistema di areazione e irrigazione, organizzata e curata in maniera specifica per ottenere quanto previsto dal ciclo naturale. All'interno, i carabinieri hanno avevano trovato diversi accessori dedicati alla gestione indoor. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA