Palomonte, zampognari in raduno
per recuperare le tradizioni popolari

Lunedì 30 Aprile 2018 di Margherita Siani
Palomonte, zampognari in raduno per recuperare le tradizioni popolari

Un altro bel successo per il 7° raduno della zampogna e degli strumenti popolari che si è tenuto a Palomonte. Lontani dal periodo natalizio, questo strumento della tradizione, che ha tantissimi appassionati, ha visto presenti nelle vie del paesine centinaia di zampognari. Con le loro ciaramelle, per l'intera giornata, hanno realizzato uno spettacolo di suoni e di colori, in un centro che sta cercando di recuperare le tradizioni e soprattutto il valore culturale delle stesse. Una festa popolare e coinvolgente che qui ha una grande tradizione, andata perduta nel tempo e che pian piano si sta ritrovando.

«I fenomeni come i raduni, i concerti, i corsi, i workshop sono le nuove occasioni di apprendimento, diffusione, esecuzione della musica tradizionale, ne permettono la resistenza in un mondo in cui i suoni arcaici, della terra, spesso non hanno più il ruolo avuto da secoli - spiega Simone Valitutto, vice sindaco ma soprattutto un antropologo - Tali raduni, se organizzati per conservare qualcosa che è mutevole, per lasciarne traccia in quella staffetta tra generazioni che ora ci vede correre per lasciare un nuovo testimone, acquistano senso».

Il raduno ha così potuto mettere in luce una realtà «appassionata, limpida, che fa della socialità tra musicanti, dello stare insieme e allietare il motivo per far conoscere l’unico scopo del proprio difficile lavoro». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA