Perito, scattano i sigilli
per un'azienda zootecnica

Venerdì 27 Novembre 2020 di Antonio Vuolo

Sigilli per un'azienda zootecnica nel comune di Perito. La guardia costiera di Agropoli, agli ordini del tenente di vascello Valerio Di Valerio, dando seguito a un decreto della procura di Vallo della Lucania, ha sequestrato l'azienda bufalina, con oltre 400 capi, che si estende su un'area di circa 520mila metri quadri. In particolare, è stato accertato che l'azienda utilizzava, per la fertirrigazione, un impianto di irrigazione non tecnicamente idoneo dalle cui tubazioni fuoriuscivano per caduta i liquami zootecnici (nella maggior parte dei casi miscelati ad acque di lavaggio del caseificio, soda caustica e detergenti chimici) che andavano a riversarsi sul suolo. La stessa era, inoltre, sprovvista di un sistema di regimentazione delle acque di prima pioggia che, per effetto del dilavamento, riversavano i liquami in un affluente del fiume ‘Alento’. Analoghe attività investigative sono ancora in corso all’interno del territorio di giurisdizione della procura di Vallo della Lucania, sotto il diretto coordinamento del procuratore capo Antonio Ricci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA