Perseguita e minaccia
il suo ex datore di lavoro

di Daniela Faiella

  • 7
Avrebbe tentato di estorcere soldi al suo ex datore di lavoro, perseguitandolo e minacciandolo di morte per almeno quattro mesi. Per M.S., 40 anni, passato da tossicodipendente, è scattato il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, disposto dal gip del tribunale di Nocera Inferiore Leda Rossetti. Il provvedimento cautelare è stato notificato nei giorni scorsi al 40enne di Scafati che d’ora in avanti dovrà tenersi alla larga dal suo ex datore di lavoro, titolare di un’azienda con sede a Scafati, e dai familiari di quest’ultimo. L’indagato aveva, infatti, più volte minacciato di morte anche i figli dell’imprenditore che, esasperato, aveva deciso di chiedere aiuto ai carabinieri della locale tenenza. Il quarantenne aveva lavorato alle sue dipendenze per un breve periodo. Era stato assunto con regolare contratto a tempo determinato, come autista, ma il rapporto di lavoro si era concluso dopo pochi mesi, precisamente alla fine di settembre. I problemi sarebbero sorti pochi giorni dopo. Il 40enne avrebbe iniziato ad avanzare pretese di soldi nei confronti dell’imprenditore scafatese, che gli aveva corrisposto tutte le dovute retribuzioni, nel pieno rispetto del contratto di lavoro. All’iniziale richiesta di circa novemila euro, quali differenze retributive non corrisposte, avanzata da M.S. tramite il suo legale, sono seguite le minacce. 
Lunedì 21 Gennaio 2019, 06:15 - Ultimo aggiornamento: 21-01-2019 06:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP