«Positano premia la danza»,
​dedicato a Carla Fracci

Mercoledì 8 Settembre 2021
«Positano premia la danza», dedicato a Carla Fracci

La 49esima edizione di «Positano premia la danza - Léonide Massine» quest'anno è dedicata all'immensa Carla Fracci, scomparsa lo scorso 27 maggio.

Una delle più grandi artiste della danza mondiale, ritenuta un monumento nazionale, aveva con Positano ed il premio Massine un legame unico, tanto da diventarne madrina.

Quest'anno avrebbe dovuto ritirare il premio alla carriera, ma non ce l'ha fatta.

Per questo il comune di Positano ed il comitato artistico denominato «per Carla», comporto da Alfio Agostini, Valeria Crippa, Laura Valente e Roger Salas, hanno deciso di dedicale a lei ed al suo mondo, il premio più antico della danza.

L'evento avrà luogo sabato 11 settembre alle ore 21, sul sagrato delle chiesa di Santa Maria Assunta, ove si terrà un omaggio musicale dell'ensemble «I solisti del teatro di San Carlo». 

I premi saranno assegnati al regista Beppe Menegatti, alla scenografa Luisa Spinatelli, al coreografo Amedeo Amodio, al danzatore e partner Stéphane Fournial e al fotografo Luciano Romano.

Tra i video e le fotografie, veri intarsi di una carriera leggendaria, ci saranno anche le parole di un'altra scenografa e costumista, Annamaria Morelli e della storica amica, la giornalista e scrittrice, Giuliano Gargiulo, la quale ha dedeicato alla Fracci diverse pubblicazioni.

Giuseppe Guida, sindaco di Positano, ha affermato «Positano ha mantenuto la sua promessa: realizzare anche quest'anno il premio Massine, il più antico del mondo, e dedicarlo doverosamente a Carla Fracci, mito assoluto del balletto, che della vita artistica e culturale positanese è stata una delle fondamentali ispiratrici. Da quando nel maggio scorso ci giunse la triste notizia della sua scomparsa il nostro pensiero è stato quello di realizzare un omaggio autentico, sobrio e prezioso, frutto del lavoro e dell'impegno del comitato artistico e dello spessore dei protagonisti di questa edizione. Aggiungo con orgoglio che quest'anno il premio Luca Vespoli verrà consegnato ad un'artista internazionale di alto valore Clotilde Vayer, neo direttrice del corpo di ballo del Teatro San Carlo. Dopo un'estate ricca di soddisfazioni e grandi successi, è giunta l'ora del riscatto, per ritornare sui passi fatti, per ripeterli come avviene per la danza, per ritornare a sentirsi liberi di vivere, per ritornare nuovamente ad esprimersi attraverso l'arte più antica del mondo! Siamo certi che il 2022 sarà l'anno della definitiva ripresa, l'anno del cinquatenario del premio danza Léonide Massine, che consacrerà ancor di più al città di Positano come capitale internazionale dell'arte della danza». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA