Poste Italiane potenzia l'operatività
degli uffici dopo le chiusure per Covid

Venerdì 22 Gennaio 2021
Poste Italiane potenzia l'operatività degli uffici dopo le chiusure per Covid

«Poste italiane ha già avviato, e continuerà a farlo, il graduale potenziamento dell'operatività di molti uffici della provincia di Salerno, dopo le chiusure, le riduzioni di orario o di giornate di apertura dovute all'emergenza causata dalla pandemia». Lo rende noto Anna Bilotti che ha ricevuto rassicurazioni in tal senso nel corso di un incontro avuto con i referenti nazionali di Poste italiane. «Gli interventi in atto interesseranno gli uffici postali di una ventina di comuni salernitani che, entro il mese di febbraio, torneranno alla piena operatività - spiega la parlamentare salernitana - Il potenziamento interesserà i comuni di Atena Lucana, Campagna, Ceraso, Felitto, Giffoni Sei Casali, Giungano, Montecorice, Montesano sulla Marcellana, Padula, Polla, Palomonte, Roscigno, Ricigliano, Sala Consilina, Sarno, Sassano, Vallo della Lucania, Vietri sul Mare e Fisciano, relativamente all'ufficio che è al servizio dell'Università di Salerno. Al termine degli interventi, resteranno da ripristinare ancora 30 uffici postali, circa il 10 per cento di quelli presenti nel Salernitano, per i quali ho chiesto un ulteriore sforzo all'Azienda, che mi ha garantito il massimo impegno».

Nel corso dell'incontro, i responsabili aziendali hanno sottolineato «l'attenzione che da sempre l'Azienda riserva alle comunità locali e alle aree meno densamente popolate che, nella provincia di Salerno, si è concretizzata a fine 2020 con l'installazione di nuovi Atm Postamat, il collegamento spot wi-fi negli uffici postali dei Comuni, l'eliminazione di barriere architettoniche, l'installazione di nuove cassette postali e di impianti di video sorveglianza, oltre all'importante evento di educazione finanziaria e postale in digitale rivolto a molti comuni della provincia». La deputata Bilotti ha inoltre sollecitato interventi, chiesti da numerose comunità e da ultimo dai Comuni di Battipaglia e Bellizzi, relativamente alla realizzazione di sistemi di protezione (pensiline, tettoie, gazebo, ecc.) al servizio degli utenti, spesso costretti a lunghe attese ed esposti alle intemperie all'esterno degli uffici. «In proposito - aggiunge la parlamentare - mi è stato assicurato che sono in corso studi e valutazioni rispetto alle varie problematiche esposte, spesso diverse da comune a comune, con l'intento di trovare le migliori soluzioni possibili, in collaborazione con le amministrazioni locali, tenendo conto prioritariamente della necessità di rispettare i provvedimenti su contenimento del virus e distanziamento interpersonale e di garantire le condizioni di massima sicurezza agli utenti e ai dipendenti. Confido che, in tempi brevi, possa essere convocato un incontro tra i sindaci e i responsabili di Poste italiane finalizzato al superamento dei disagi esistenti». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA