La preside trasloca nel mini ufficio:
«Lascio la mia stanza agli alunni»

di Gianluca Sollazzo

2
  • 491
Il trasloco è già avvenuto. Anche perché l’anno scolastico bussa alle porte e c’è da fare presto. «Per accogliere altri allievi mi sposto e rinuncio al mio ufficio di presidenza», l’annuncio è di Cinzia Lucia Guida, preside del liceo classico e scientifico Francesco De Sanctis. Qui è tutto pronto per accogliere gli studenti al primo giorno di scuola. Ma con qualche affanno di troppo per la ricerca degli spazi. Mancano le aule e gli iscritti sono in aumento. Come fare? La soluzione l’ha trovata la preside che ha deciso di rinunciare al suo ufficio di presidenza per lasciare spazio ad un’aula didattica. Al posto della presidenza al piano terra sarà aperta tra qualche giorno una nuova classe prima. Il sacrificio è necessario per assicurare il diritto allo studio e venire incontro alle richieste delle famiglie.

A spiegare la situazione è il direttore dei servizi amministrativi, Ivana Serra. «Il De Sanctis soffre la carenza di spazi – dice la Serra – per questo la preside ha deciso di riunire in un unico ufficio quello mio e quello dei vice preside. Il dirigente e i suoi collaboratori saranno insieme in poco più di quindici metri quadri». Spazio a una classe nuova di 23 ragazzi che altrimenti si sarebbero dovuti spostare altrove. «Il rischio era di non poter accettare le iscrizioni», dice la Serra.
Venerdì 23 Agosto 2019, 06:25 - Ultimo aggiornamento: 23-08-2019 07:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-08-23 18:10:24
ma quale sacrificio fa la preside, ma che deve fare in una stanza cosi,grande caso mai il sacrificio lo dovevano farlo "i poveri studenti" che dovevavo " viaggiare" tra le varie aule, ma per favore...sarà apprezzabile il gesto ma ....
2019-08-23 15:17:08
C'era una volta la regola delle 5 W....

QUICKMAP