A processo per estorsione minaccia
di morte la ex che gli ha rotto il cellulare

Martedì 10 Agosto 2021 di Nicola Sorrentino
A processo per estorsione minaccia di morte la ex che gli ha rotto il cellulare

Un ragazzo di 27 anni avrebbe minacciato seriamente di morte la sua ex fidanzata, dopo che questa le ruppe il telefono cellulare per motivi di gelosia. Il giovane, originario di Salerno e residente nel comune di Fisciano, è stato mandato sotto processo con l’accusa di tentata estorsione. Stando alle accuse della Procura di Nocera Inferiore, con indagini condotte dai carabinieri della stazione di Baronissi, il giovane avrebbe cominciato ad inviare dei messaggi alla ex dal seguente tenore: «Ti avviso, ti brucio viva; mi hai rotto il telefono ora lo paghi, entro le cinque riesci a portarmi 1000 euro oppure il cellulare perchè così già contatto la tua famiglia».

Un avvertimento chiaro, diretto, dai toni minacciosi, secondo gli inquirenti, che serviva a convincere la vittima, in questo caso l’ex fidanzata, a sborsare quella cifra in denaro onde evitare guai peggiori. Stando al contesto nel quale sarebbe maturato quell’episodio, dietro vi sarebbero stati ragioni di gelosia da parte della vittima, al punto da spingerla poi a rompere il telefono cellulare. Lo step successivo fu la denuncia sporta ai carabinieri, dopo che la stessa comprese le intenzioni, non certo pacifiche del ragazzo, legate alla pretesa immediata di quella grossa cifra in denaro per chiudere il conto. Le indagini dei carabinieri condussero all’individuazione del giovane, che non riuscì nel suo intento, quello di consumare l’estorsione. Anzi, fu denunciato alla Procura di Nocera Inferiore a piede libero per aver tentato di estorcere dei soldi alla sua ex fidanzata, utilizzando un modo certamente violento, quello dei messaggi dove prometteva conseguenze gravissime se non avesse ottenuto il denaro. 

 

Ultimo aggiornamento: 07:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA