Cattivi odori dalla tipografia,
a processo per reati ambientali

Domenica 2 Gennaio 2022 di Nicola Sorrentino
Cattivi odori dalla tipografia, a processo per reati ambientali

È finito a giudizio per accuse relative alla violazione delle norme in materia ambientale un 48enne di Nocera Inferiore, chiamato a rispondere di tre diverse singole contestazioni commesse nelle vesti di qualità di legale rappresentante di una tipografia, azienda di grafica con sede a Siano, per l'installazione e messa in esercizio di uno stabilimento per attività di litografia, con utilizzo di prodotti per la stampa, inchiostri, vernici, solventi e diluenti, producendo - secondo le accuse della Procura di Nocera Inferiore - emissioni in atmosfera, «in assenza della prescrittra autorizzazione».

L'imputato dovrà difendersi da ulteriori contestazioni omissive per aver evitato il controllo di tutte le fasi del processo produttivo, senza per questo adottare adeguate misure necessarie ad evitare l'aumento anche temporaneo dell'inquinamento, cagionando «massicce e reiterate emissioni diffuse di esalazioni maleodoranti, atte a sortire effetti molesti e nocivi per le persone», con l'ultima accusa aggiunta riguardante l'esercizio di attività di litografia, con uso di prodotti per la stampa in offset, con oltre cinque addetti, in assenza del prescritto certificato di prevenzione incendi. L'azione conseguente dell'organo inquirente si è evoluta con la fissazione del processo con un decreto di citazione diretta a giudizio, senza il passaggio dell'udienza preliminare, con il dibattimento ora dinanzi al giudice monocratico del tribunale di Nocera Inferiore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA