Proclamato stato d'agitazione alla Cruciani srl: nuovo caso dopo la fine degli incentivi

di Aldo Padovano

Proclamato lo stato d'agitazione dei dipendenti della "Cruciani srl", azienda umbra leader in Italia nel settore tessile che ha una sede distaccata nella zona industriale Fosso Imperatore di Nocera Inferiore. All'orizzonte si profila un nuovo caso di fuga dall'area industriale nocerina dopo il termine dei finanziamenti dati alle aziende per investire sul territorio.

Ben 35 dipendenti dell'azienda, sui 43 quotidianamente impiegati nella sede di Fosso Imperatore, hanno deciso di incrociare le braccia questa mattina. L'azienda, da oltre un anno in liquidazione, non ha ancora versato ai suoi operatori 3 mensilità e la tredicesima 2017. A preoccupare maggiormente, però, sono i dubbi sul futuro occupazionale.

A guidare la protesta c'era Gaetano Nunziata, delegato sindacale della Cisal. "Da tempo chiediamo un incontro ai vertici aziendali per capire quale futuro ci aspetta, ma al momento non abbiamo ricevuto nessun tipo di risposta" ha affermato Nunziata. Già da alcuni mesi, infatti, Lucia Pagano, segretaria provinciale Cisal, ha chiesto un incontro alla proprietà per discutere del futuro lavorativo di ben 43 uomini e donne. L'obiettivo è quello di recuperare le mensilità arretrate e soprattutto di garantire un futuro occupazionale nel comprensorio per i dipendenti della "Cruciani srl".

Le commesse per l'azienda, però, ci sono. Non vengono girate alla sede nocerina, i cui lavoratori sono costretti da mesi a lavorare a modalità ridotta e soprattutto a magazzino vuoto. In questi mesi c'è stata una riduzione di commesse di circa l'80% rispetto agli anni precedenti.

Non è caso che tutto questo avvenga a pochi giorni dallo stop ai sovvenzionamenti che l'ex società "AgroInvest" aveva previsto per le aziende che a metà degli anni '90 hanno investito nella zona industriale nocerina. In queste settimane, infatti, dovrebbe concludersi l'erogazione dei finanziamenti ventennali che l'azienda aveva percepito per la sua sede di Fosso Imperatore. 

In attesa di risposte di una chiara e trasparente comunicazione dalla proprietà sul futuro occupazionale, i dipendenti della "Cruciani srl" continueranno a lavorare e contemporaneamente ad individuare nuove forme di lotta per il rispetto della propria dignità.

 
Venerdì 9 Febbraio 2018, 17:59 - Ultimo aggiornamento: 09-02-2018 18:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP