Serial killer dei gatti, è strage:
arriva la denuncia «d'autore»

ARTICOLI CORRELATI
di Paolo Panaro

0
  • 218
BATTIPAGLIA - Altri tre gatti morti trovati per strada nelle ultime ore. Le carcasse degli animali, ieri mattina, sono state rinvenute nella zona di via Plava. Il «killer dei gatti» è tornato in azione gettando per strada esche avvelenate e involucri con monetine e chiodi che poi vengono ingeriti dagli animali, provocandone la morte. Finora, stando ai dati in possesso dell’associazione Dpa Onlus presieduta dall’avvocato Paola Contursi, i gatti deceduti in città sono già una trentina. Ieri mattina l’avvocato Contursi ha denunciato la pericolosa situazione alla Procura della Repubblica di Salerno e nel pomeriggio il magistrato ha delegato le indagini alla compagnia dei carabinieri di Battipaglia, che hanno avviato le ricerche del colpevole. 

Ma la denuncia sta guadagnando la ribalta del Belpaese, grazie ad un testimonial eccellente, lo scrittore Antonio Lanzetta, rivelazione internazionale del 2017 con il romanzo noir «Il buio dentro». «Gattaro», come si definisce, vive con tre mici ed è responsabile di una delle colonie feline battipagliesi. Il post-esposto che ha pubblicato ieri mattina sulla sua pagina Fb ha già ottenuto oltre 300mila like, compresi quelli di «Giustizia Felina» ed attirato l’attenzione de «Le Iene» che presto saranno in città. «È un problema di civiltà - invita a riflettere - una comunità che non mostra alcun rispetto verso essere viventi vulnerabili è capace di fare qualsiasi cosa anche nei confronti di uomini indifesi». Fa l’identikit del serial killer: «Conosce i luoghi dove i gatti vengono sfamati, usa il metodo collaudato del pollo condito da veleno e chiodi».
Venerdì 14 Dicembre 2018, 06:00 - Ultimo aggiornamento: 14-12-2018 09:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP