Prostituzione, giro di vite a Salerno:
multe da 500 euro a clienti e lucciole

Martedì 3 Agosto 2021
Prostituzione, giro di vite a Salerno: multe da 500 euro a clienti e lucciole

Il ritorno dei contagi da Covid-19 non ferma gli incontri hard in strada. Scatta il giro di vite anti-prostituzione da parte della Polizia municipale che nell'ultimo fine settimana ha intensificato i controlli nella estrema zona orientale. «È vietato in tutto il territorio comunale negoziare, concordare prestazioni sessuali a pagamento ovvero comunque esercitare l'attività di meretrice»: si legge nella ordinanza emessa dal sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, a fronte della recrudescenza di un fenomeno che interessa la zona orientale. Nel mirino subito 19 prostitute beccate a vendere il proprio corpo in strada sulla litoranea, a via Wenner e via Allende. Per 12 meretrici è scattata anche la richiesta del Daspo urbano. Sfruttavano la presenza di auto di passaggio per mettersi in mostra. Gli agenti del reparto motociclisti del comando di Polizia municipale di via Dei Carrari hanno applicato nell'ultimo fine settimana i divieti imposti dalla ordinanza sindacale emessa dal sindaco Napoli che impone divieti severi contro la prostituzione in strada e le fermate delle squillo con clienti in città. I controlli per il rispetto della ordinanza anti prostituzione hanno consentito alla Polizia municipale, diretta dal comandante Rosario Battipaglia, di elevare numerosi verbali a carico di prostitute, prevalentemente giovani donne dell'est Europa e trans. Dopo i mesi della zona rossa, che hanno imposto limitazioni alla circolazione urbana, l'allentamento delle misure di contenimento scattato ad inizio estate ha dato la stura al ritorno degli incontri «bollenti» sulla strada. Troppi avvistamenti tra stadio Arechi, molo turistico e via Allende.

«Si tratta sicuramente di un rischio per la sicurezza - dichiara il comandante Battipaglia - oltreché un messaggio diseducativo. I nostri uomini sono in azione da giorni. I controlli avverranno in orario notturno». Il Comune dal canto suo ha emanato una ordinanza che vieta e sanziona con multa di 500 euro gli incontri tra clienti e prostitute. «È fatto divieto di esercitare con qualunque modalità e comportamento - si legge nella ordinanza comunale - nei luoghi pubblici, spazi aperti o visibili al pubblico, attività di meretricio».

Nell'ultimo fine settimana sono stati 22 i verbali elevati dagli agenti del reparto motociclisti della polizia municipale, agli ordini del comandante Rosario Battipaglia: 19 i verbali a meretrici, 3 a clienti. Mano pesante anche con 12 sanzioni per Daspo urbano e 8 intimazioni ad allontanamento. Sono tre le prostitute denunciate per inottemperanza al foglio di via obbligatorio della Questura.

Ultimo aggiornamento: 21:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA