Record di irregolarità per un calzaturificio di Sassano: scattano sequestro e denuncia

di Pasquale Sorrentino

Scoperto a Sassano un calzaturificio completamente fuori legge. Durante i controlli dei carabinieri, infatti, è emersa la la presenza di un lavoratore “in nero”, l'irregolarità deimacchinari per la produzione in quanto non conformi alla normativa sulla sicurezza sul lavoro e sprovvisti di marchio CE. Non solo: i locali sono risultati inidonei per carenza delle condizioni igienico-sanitarie nonché perché non veniva rispettata la normativa antincendio. E infine l’edificio era completamente sprovvisto dell’agibilità urbanistica per usi commerciali, motivo di sequestro dell’intero immobile. Per questi motivi i carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, diretti dal capitano Davide Acquaviva, hanno denunciato una quarantunenne del Vallo di Diano, titolare di un’azienda per la produzione di calzature, sequestrando preventivamente l’immobile sede dell’impresa. A mettere in atto l'azione i militari della stazione di Sassano comandati dal maresciallo Antonio Sirsi, in collaborazione con il personale dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Salerno.

 
Giovedì 15 Febbraio 2018, 12:42 - Ultimo aggiornamento: 15-02-2018 12:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP