Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Rissa al lido per un bancomat,
perso ma poi ritrovato

Lunedì 15 Agosto 2022 di Petronilla Carillo
Rissa al lido per un bancomat, perso ma poi ritrovato

A volte le espressioni dialettali rendono bene il concetto anche se, forse, sono troppo colorite. Quanto accaduto ieri in un noto lido del capoluogo si potrebbe tradurre con un «becco e percosso» ma l’espressione più appropriata è «oltre il danno, la beffa». E si sarà sentita di certo beffata una giovane donna che, andando in bagno, ha trovato un cellulare e lo ha consegnato ai gestori del lido, sul lungomare, nei pressi del Grand Hotel Salerno. Ma, quando il telefono è tornato nelle mani della legittima proprietaria, si è scatenato l’inferno. La donna, difatti, oltre al cellulare aveva dimenticato anche il bancomat all’interno della custodia e quello non era tornato, in un primo momento, in suo possesso. Così, non trovando il bancomat, spalleggiata da parenti ha aggredito l’altra donna la quale, a sua volta, è stata difesa da alcuni amici che erano con lei sul lido. È scoppiato un putiferio dinanzi agli occhi increduli di alcuni turisti stranieri e quelli spaventati dei bambini, richiamati, nonostante stessero impegnati con l’animazione, dalle urla feroci. È stato così che i gestori hanno chiesto l’intervento della polizia. Sul posto sono giunte tre pattuglie e gli agenti hanno prontamente riportato l’ordine. Successivamente il bancomat è stato ritrovato, sempre nel bagno e la querelle si è placata. Per fortuna, oltre a grida e qualche spintone, non ci sono stati feriti. Per questo motivo la polizia procederà alla denuncia presso l’autorità giudiziaria solo in caso venga sporta querela da parte di una delle due donne.

E' quanto accaduto ieri, l’antivigilia di ferragosto, ripropone il tema della sicurezza e dei controlli in vista della festa di oggi, a conclusione di una lungo week end. Ciascun corpo di polizia presente sul territorio, in particolare carabinieri, guardia di finanza e polizia di Stato, hanno implementato il numero di divise presenti nei servizi di pattugliamento interforze che, come ricordiamo, sono una costante nei controlli del capoluogo. In particolare ci saranno più auto in strada, così da poter intervenire in tempi rapidi, come accaduto ieri. I servizi, via terra e via mare, anche grazie al supporto della guardia costiera, saranno concentrati sia sulle spiagge, nel corso della giornata, quindi nei pressi dei luoghi della movida di sera. Nel mirino soprattutto i locali del by night che verranno presi d’assalto dai più giovani, per evitare uno smoderato uso di alcol e liti per futili motivi. Ma anche bar e locali della movida tradizionale, per evitare anche in questo caso la vendita di alcolici ai minorenni. Pressanti anche i servizi antidroga per stanare spacciatori e clienti alla ricerca di qualche momento di allegria. Sotto controllo anche strade provinciali, statali e autostrade.

In particolare le due Costiere e l’autostrada del Mediterraneo per garantire la sicurezza dei viaggiatori e dei turisti della singola giornata. In particolare i controlli riguarderanno la guida in stato di ebbrezza e l’alta velocità per tenere sotto controllo la sicurezza stradale. Il piano è stato messo a punto nei giorni scorsi nel corso di un comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal prefetto di Salerno Francesco Russo e al quale hanno partecipato tutte le forze di polizia, anche quelle provinciali e municipali.

Ultimo aggiornamento: 08:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA