Scacco al racket dei parcheggiatori:
blitz a Salerno, arrestati 32 abusivi

  • 141
Nuovo maxiblitz contro i parcheggiatori abusivi a Salerno e in alcuni comuni dell'hinterland, dopo quello del luglio scorso. I carabinieri del comando provinciale hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 32 persone - 6 in carcere, 24 ai domiciliari e 2 irreperibili - responsabili a vario titolo di estorsione nei confronti degli automobilisti.

L'indagine è stata avviata già nel luglio 2017 e ha permesso di acquisire gravi indizi di colpevolezza nei confronti degli indagati che svolgevano la propria attività illecita anche in aree già adibite al parcheggio a pagamento comunale. I soggetti costringevano gli automobilisti all'indebito pagamento di piccole somme di denaro (fino a cinque euro per ogni veicolo in sosta), attraverso atteggiamenti intimidatori o indirettamente minatori, come la minaccia di aggressioni fisiche e danneggiamenti alle vetture.

Già il 6 luglio scorso era stata eseguita, per i medesimi reati, un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 35 parcheggiatori abusivi, dieci dei quali, recidivi, sono destinatari anche dell'odierna misura cautelare.

La precedente ordinanza è stata confermata dal Tribunale del Riesame di Salerno e successivamente dalla Corte di Cassazione che hanno respinto i ricorsi proposti dagli indagati. 
 

Secondo il procuratore di Salerno Corrado Lembo, si parla di «parcheggiatori abusivi estorsivi. Questo ci ha portato a chiederci se, dietro questo fenomeno, non vi fossero anche le organizzazioni criminali. In altre realtà, e mi riferisco ad esempio alla provincia di Napoli, si nasconde spesso la mano della criminalità organizzata. Questa eventualità, nel nostro territorio, per ora è stata esclusa. Questo fenomeno, comunque, per quanto limitato e circoscritto continua a verificarsi ed è necessario arginarla. Se un automobilista si trova in queste situazioni deve denunciare».

«Siamo grati all'Arma dei carabinieri per quanto hanno fatto e quanto stanno facendo nella nostra città», ha detto il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli. «Alcuni giorni fa - ha sottolineato il primo cittadino - sono stato in Prefettura per un incontro sulla sicurezza urbana e per riprendere, con il Prefetto e il Questore, l'iniziativa interforze che dovrà marcare sempre di più le nostre prerogative di sicurezza percepita. L'operazione effettuata stamane è un ulteriore segnale che lanciamo per avere una città dove deve vigere il senso di legalità. Stiamo facendo tutti gli sforzi possibili. Intanto, siamo grati a tutte le forze dell'ordine e alla magistratura e a quanti si affiancano in questa iniziativa di civiltà».
Mercoledì 16 Maggio 2018, 06:58 - Ultimo aggiornamento: 16-05-2018 18:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP