Salerno, centri vaccinali presi d'assalto. Superate le 8mila dosi somministrate.

Domenica 5 Dicembre 2021 di Sabino Russo
Salerno, centri vaccinali presi d'assalto. Superate le 8mila dosi somministrate.

Centri vaccinali presi d'assalto. Superate le 8mila dosi somministrate. File in tutti i punti aperti della provincia e attese intorno alle due ore un po' ovunque. Sono 159, intanto, i tamponi positivi comunicati ieri dall'Unità di crisi, che portano la conta complessiva a 79mila 498. Salgono a 22 i contagi a Sanza, 20 a Centola Palinuro. Scuole chiuse a Pisciotta. Altri 4 casi a Salerno città, tra i quali un bimbo di due anni, mentre a Cava de' Tirreni sono 191 gli attuali positivi. Complice la giornata di tregua da piogge e freddo e la chiusura settimanale di alcuni punti di somministrazione in provincia, i centri vaccinali della provincia sono stati letteralmente presi d'assalto, soprattutto per le terze dosi, con lunghe file e attese di circa due ore un po' ovunque. Nonostante la grande affluenza, al teatro Augusteo di Salerno gli operatori sono molto precisi e attivi nel cercare di limitare i disagi di chi attende.

Video

La fila all'esterno è abbastanza snella, per poi accomodarsi all'interno. In tanti hanno scelto di vaccinarsi durante la partita della Salernitana a Milano, approfittando così del calo delle presenze. Anche a Nocera e a Sarno si registrano numeri importanti. Nell'ultimo caso, sono quasi 500 le dosi inoculate nel corso della giornata. Nel complesso, sono state superate le 8mila dosi (appena una settimana fa si somministravano 1.500 giornaliere). A fronte dell'aumento delle vaccinazioni, l'Asl tiene aperti tutti i suoi oltre 100 punti vaccinali e sta provvedendo al loro potenziamento, per favorire un'apertura per più ore giornaliere. Si sta procedendo somministrando indifferentemente sia Pfizer che Moderna, vaccini che sono perfettamente equivalenti. Si tratta quindi di vaccinazione omologa e non eterologa. L'anticipo a 5 mesi riguarda unicamente il termine entro il quale va fatta la terza dose. Non cambia, invece, assolutamente la durata della validità del green pass, che resta di 9 mesi. Riprendono, nel frattempo, le vaccinazioni al Palaschiavo di Battipaglia: domani dalle 15 in poi, sabato prossimo dalle 9 alle 13, il 13 e il 16 dicembre dalle 15 in poi, il 18 dicembre dalle ore 9 alle 13. E infine sarà aperto il 21 e 23 dicembre dalle 15. Si accede senza prenotazioni. Possono vaccinarsi le persone afferenti al distretto 65 (Battipaglia, Olevano, Bellizzi).


Sono 159, intanto, i tamponi positivi comunicati ieri dall'Unità di crisi, che portano la conta complessiva a 79mila 498. Salgono a 22 i contagi nel comune di Sanza. Altri sette casi di contagio in due diversi nuclei familiari, ma contatti di altri positivi già riscontrati nei giorni scorsi. I sette nuovi casi sono riferiti tutti a persone adulte, in buone condizioni di salute, che si trovavano in isolamento precauzionale già da qualche giorno. Rimane ancora ricoverata in ospedale la donna anziana risultata positiva due settimane fa; le sue condizioni sono stabili. I contagi risalgono a 20 a Centola Palinuro. A Pontecagnano, dai dati rilevati durante la settimana dal 25 novembre all'1 dicembre, sono 505 i tamponi effettuati, di cui 15 nuovi positivi. Sono 26 i guariti. Altri 4 nuovi casi si registrano a Salerno dai tamponi effettuati venerdì scorso e analizzati tra i laboratori privati e quelli dell'ospedale Ruggi. Tra i nuovi positivi c'è anche un bambino di soli 2 anni. L'età media dei nuovi contagiati è di 34 anni, con una donna di 62 anni come paziente più anziana. Sono 538 i tamponi processati dall'Asl di Salerno nelle ultime ore. Aumenta il numero dei positivi anche a Cava de' Tirreni, dove sono ad oggi 191 i positivi sull'intero territorio comunale, di cui 3 ospedalizzati. Sono, altresì, 26 i nuovi guariti e 49 il totale dei deceduti. La percentuale dei nuovi positivi nel periodo dal 15 al 21 novembre è pari al 3,43 per cento. Sono 5 i nuovi positivi ad Agropoli, un altro a Vietri e quattro a Scala, di cui un minore e tre adulti. Tutti e quattro appartengono a due nuclei familiari conviventi di positivi accertati nei giorni scorsi. Le attività scolastiche in presenza della scuola primaria e secondaria rimangono. Scuole chiuse anche a Pisciotta per l'aumento dei contagi.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA