Salerno, troppe mense in tilt:
tre alunni su 4 senza tempo pieno

Mercoledì 8 Settembre 2021 di Gianluca Sollazzo
Salerno, troppe mense in tilt: tre alunni su 4 senza tempo pieno

La mensa non è per tutti e a scuola di pomeriggio ci resta la minoranza degli alunni. Alla scuola primaria il tempo pieno parte quest'anno col freno tirato. Dopo la pandemia molte famiglie hanno evidentemente espresso la volontà di indirizzare i propri figli verso il tempo normale, cioè esclusivamente antimeridiano. A dirlo il dossier sull'organico della popolazione scolastica in possesso dell'amministrazione scolastica. Dal 15 settembre, data di inizio delle lezioni, il tempo pieno del pomeriggio interesserà alle elementari di Salerno solo 1.368 alunni a fronte di 5.049 iscritti nei vari comprensivi e circoli didattici. Sono 361 gli alunni «scomparsi» nel tempo pieno delle elementari rispetto al periodo pre-pandemia.

Numeri in forte contrasto con quanto accade agli stessi alunni, della stessa età, nelle scuole della Lombardia o del Veneto, che passeranno in quest'anno scolastico da una copertura del 50,6% ad una copertura del 52%. Percentuali in controtendenza arrivano dalle scuole primarie di casa nostra, dove - secondo una elaborazione dell'organico di diritto della popolazione scolastica - solo il 25% degli aventi diritto aderirà al tempo pieno nelle scuole elementari nel capoluogo. Quindi: a Salerno solo ad un alunno su 4 delle elementari è offerto il servizio mensa con tempo pieno. La difficoltà di attivare mense in tutte le scuole per carenza di spazio, le ristrettezze di organico del personale ausiliario, sono tra i motivi che frenano il tempo pieno. Ad incidere sulla riduzione degli alunni a scuola di pomeriggio è anche l'effetto pandemia: da un anno infatti i servizi pomeridiani sono bloccati al palo per colpa della scuola in presenza a singhiozzo e della necessità di garantire il distanziamento. Il tema del tempo pieno, nella scuola primaria, si lega ancora ad un forte squilibrio territoriale tra le scuole del nord e del sud. A Milano ad esempio il 90% circa dei bambini della primaria può frequentare la scuola anche nel pomeriggio. Alle elementari di Salerno solo 1.368 alunni restano a scuola di pomeriggio e usufruiscono della mensa in 70 classi autorizzate dall'Ufficio scolastico provinciale. I restanti 3.681 alunni delle elementari effettuano orario normale, essenzialmente 27 ore settimanali, in parte 30 ore settimanali. Invece le 40 ore settimanali, con servizio mensa e rientro pomeridiano, restano una minima parte. Dall'analisi dell'organico di diritto della popolazione scolastica, si evince che nei quartieri di Torrione e zona Irno il tempo pieno sia più presente nelle scuole. I servizi pomeridiani interessano meno alunni in centro e nei rioni collinari.

Video

Nei quartieri collinari di Fratte, Giovi e Ogliara sono 516 gli alunni delle elementari a tempo normale e 157 gli alunni che tra una decina di giorni effettueranno il tempo pieno pomeridiano. Nei quartieri di Pastena, Mercatello e Mariconda sono solo 424 gli alunni della scuola primaria a tempo pieno e 1.156 gli studenti a tempo normale. Nei quartieri di Torrione e zona Irno sono 1.562 gli studenti che frequenteranno il tempo normale e 579 il tempo pieno. In zona centro sono solo 208 gli studenti che andranno a scuola anche di pomeriggio, 447 quelli a tempo normale. Dai dati dell'amministrazione scolastica sull'organico di diritto si apprende che la scuola elementare col maggior numero di alunni iscritti al tempo pieno è il comprensivo Matteo Mari di Torrione con 213 alunni a tempo pieno e 376 i ragazzini delle elementari a tempo normale. Segue il comprensivo Medaglie d'Oro dove alle elementari sono 195 gli alunni che frequentano il tempo pieno e 481 quelli a tempo normale. Al comprensivo Calcedonia sono 171 gli alunni a tempo pieno delle primarie e 115 gli allievi a tempo normale. Il comprensivo Vicinanza offre il tempo pieno a 130 allievi delle primarie, mentre a 279 è garantito il tempo normale. Al comprensivo Barra sono 78 gli alunni a tempo pieno, 168 quelli a tempo normale. Il comprensivo Quasimodo Alfano assicura il tempo pieno a 137 alunni delle elementari, mentre sono 166 gli alunni a tempo normale. Al comprensivo Don Milani sono 149 gli allievi a tempo pieno, 485 quelli a tempo normale. Il comprensivo Montalcini ha invece 195 allievi a tempo pieno e 379 a tempo normale. Un altro dato: in centro città il tempo pieno arranca rispetto alla zona orientale, sono 208 gli alunni a tempo pieno in centro, 1.003 i ragazzi a tempo pieno nelle elementari della zona est.

Ultimo aggiornamento: 18:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA