Salerno, a processo la iena Golia:
«Servizio tv non veritiero»

di Angela Trocini

0
  • 81
Rinviato a giudizio il giornalista e conduttore della trasmissione televisiva Le Iene, Giulio Golia. In un servizio, andato in onda nell'aprile del 2014 ed intitolato Guarigioni miracolose, avrebbe offeso la reputazione di Oscar Citro avendo messo in correlazione il decesso di un paziente celiaco (avvenuto tra il 19 e 20 gennaio 2014) e la visita che alcuni giorni prima il terapeuta olistico (che attraverso l'avvocato Arnaldo Franco ha presentato la querela contro il giornalista costituendosi parte civile) aveva effettuato al paziente presso lo studio salernitano. In seguito a tale visita, raccontava il servizio televisivo, il celiaco modificava la propria dieta decedendo di lì a poco. In realtà il paziente da anni era affetto da una grave forma tumorale che fu taciuta dal giornalista durante il servizio sebbene a conoscenza del fatto. E del resto, come riferito da una testimone che aveva accompagnato il paziente dal Citro e che è stata escussa durante le indagini difensive, in quel consulto non si parlò della celiachia ma lo stesso paziente parlò del tumore e dello stato d'ansia che la malattia gli provocava. Un cenno al problema celiachia ci fu solo all'uscita dallo studio ma il terapeuta rispose che ne avrebbero parlato in una successiva seduta. Che non ci fu mai in quanto il paziente morì dopo tre giorni. Ieri il gup Maria Zambrano, all'esito dell'udienza preliminare, ha rinviato a giudizio Golia per diffamazione aggravata disponendo il processo al prossimo 8 marzo davanti al giudice monocratico Enrichetta Cioffi.
Mercoledì 12 Settembre 2018, 12:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP