Salerno Pulita, dipendente
aggredito mentre lavora

Venerdì 7 Maggio 2021 di Carmen Incisivo
Salerno Pulita, dipendente aggredito mentre lavora

Era intento a svuotare la campana del vetro in via Vernieri quando è stato aggredito a calci e pugni da un balordo che, evidentemente, non era disposto ad aspettare che l’operazione venisse svolta e che la carreggiata tornasse libera. È accaduto nella giornata di mercoledì quando un dipendente di Salerno Pulita ha subito la vile aggressione da parte di un uomo in corso di identificazione da parte delle forze dell’ordine. I fatti hanno costretto l’operatore a ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso che gli hanno riscontrato, oltre a diverse ecchimosi, una frattura del setto nasale e di una costola. Naturalmente l’uomo ha sporto denuncia e ora al vaglio delle forze dell’ordine ci sono alcuni dettagli recuperati dalla testimonianza degli operatori coinvolti, che potrebbero essere utili a rintracciare il balordo che, una volta individuato, risponderà di lesioni aggravate.

«Siamo sconcertati per l’aggressione subita da un nostro dipendente, per la violenza esercitata contro una persona che stava svolgendo il proprio lavoro per garantire il decoro della città. Saremo accanto al lavoratore, a cui esprimiamo la nostra solidarietà, anche in sede legale. Alle persone che eventualmente hanno assistito al pestaggio chiediamo di collaborare con gli inquirenti per fornire indicazioni utili per l’individuazione del responsabile», ha fatto sapere Antonio Ferraro, amministratore unico dimissionario di Salerno Pulita, commentando l’episodio. Lavoratori ed esponenti sindacali hanno espresso unanimemente solidarietà e vicinanza al lavoratore, ribadendo la necessità non solo di abbassare i toni che contraddistinguono il dibattito che ormai vede al centro Salerno Pulita da mesi ma anche di lavorare per la sicurezza degli operatori. «Quanto accaduto è figlio della campagna di odio che va avanti ormai da anni contro gli operatori della Salerno Pulita, oggetto quotidianamente di dure aggressioni verbali per strada, sui social, e ora anche fisiche – denuncia Antonio Capezzuto Segretario Generale Fp Cgil Salerno - È un campanello d’allarme che non va sottovalutato. Più volte abbiamo richiesto supporto per il controllo del territorio durante l’espletamento del servizio degli operatori, in particolare durante il lunedì notte contro il fenomeno indiscriminato dell’apertura delle buste dell’indifferenziato, che oltre a deturpare l’immagine cittadina mette a serio rischio l’incolumità fisica degli operatori. Aspettiamo risposte da tempo e i lavoratori non possono essere lasciati soli al loro destino». Capezzuto ha anche ricordato che lunedì notte in città si sono verificati tre diversi incendi di carrellati dell’indifferenziato in vari quartieri. «Da mesi – denuncia invece Domenico Merolla, segretario generale della Fial - restano inascoltate le nostre richieste di confronto formalizzate alla Prefettura ed al Comune per porre fine al clima di denigrazione ordito ai danni dei lavoratori nonostante tutti abbiano ben chiara la matrice strumentale degli attacchi e la insipienza degli uffici comunali competenti. Quanto sopra contribuisce ad acuire il clima di tensione sociale tra i cittadini, individuando nei lavoratori di Salerno Pulita un facile obiettivo. Aspetteremo il prossimo episodio? Faremo l’ennesima fiaccolata di cordoglio?». La Fial ha poi richiesto la convocazione del comitato di sicurezza per l’ordine pubblico monotematico a tutela dei lavoratori impegnati quotidianamente sul territorio di Salerno. «I lavoratori compiono il loro dovere con tenacia e responsabilità ma vanno incontro ad episodi inauditi e vigliacchi – afferma Angelo Rispoli, segretario Fiadel Salerno – il personale della società è sottodimensionato, in età avanzata e spesso hanno mezzi e attrezzature fatiscenti. Da 50 giorni Salerno Pulita non ha un amministratore delegato. La nostra solidarietà ai lavoratori è la migliore risposta a chi specula per qualche voto. Auguriamo la pronta guarigione al lavoratore ferito e invitiamo sindaco e amministrazione a manifestare la stessa vicinanza a questi lavoratori».

 

Ultimo aggiornamento: 8 Maggio, 22:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA