«Ho bisogno di aiuto»: capitaneria
lo cerca per 8 ore ma è uno scherzo

Martedì 30 Giugno 2020 di Carmela Santi
Uno scherzo che non merita nemmeno aggettivi talmente che è privo di alcun senso. Uno scherzo che ha tenuto gli uomini della guardia costiera e dei vigili del fuoco impegnati per così tanto tempo mentre poteva esserci bisogno di loro altrove. Attorno alle 2 di notte il centralino della capitaneria di porto di Palinuro, comandata dal Tenente di Vascello Francesca Federica Del Re, ha ricevuto una richiesta d’aiuto da parte di un’imbarcazione che – a detta dell’interlocutore – sarebbe rimasta incagliata a largo del golfo di Policastro, più precisamente di fronte la baia di Sapri, con l’elica in una rete da pesca. La telefonata si è interrotta ed è subito scattata la macchina dei soccorsi. Sono partite le motovedette dal porto di Marina di Camerota e Palinuro.

LEGGI ANCHE Camerota, turista fa il bagno di notte, rischia di annegare: corsa in ospedale

La capitaneria ha pattugliato uno specchio d’acqua importante e, in più, ha richiesto il supporto di un elicottero dei vigili del fuoco per allargare il campo di veduta. Otto ore di ricerca che non hanno portato ad alcun riscontro ma hanno fatto capire ai guardiacoste che si era trattato semplicemente di uno scherzo di cattivo gusto. La guardia costiera sta indagando per cercare di risalire in breve tempo al responsabile. L’allarme è rientrato alle 10 del mattino. © RIPRODUZIONE RISERVATA