Scafati, sotto effetto di droghe
picchia la madre e il fratello disabile

di Nicola Sorrentino

SCAFATI. Sarà giudicato per maltrattamenti un 49enne di Scafati, allontanato in un primo momento, dopo una prima indagine dei carabinieri della tenenza locale, dalla casa familiare, per violenza commessa sui propri familiari. Domiciliato a Scafati, l'uomo originario di Castellammare di Stabia, secondo le accuse che gli sono costate una citazione a giudizio, avrebbe maltrattato più volte la madre e il fratello disabile. Questo, in un periodo compreso di circa un anno. Sotto l'effetto di sostanze stupefacenti, l'uomo avrebbe più volte inveito contro la madre, picchiando lei e il fratello con calci e pugni, per poi finire per distruggere la mobilia di casa. La donna veniva strattonata e afferrata per le braccia, al fine di impedirle di scappare e minacciandola quotidianamente. Quando i carabinieri intervennero per bloccare l'uomo, dopo aver raccolto la segnalazione della madre, il 49enne non fermò le minacce neanche in quel momento: "Tengo già tutti i kit pronti per te..so io come risolvere la situazione", facendo intendere di voler fare ancora del male fisico al proprio genitore. Gli elementi raccolti in fase d'indagine sono stati ritenuti sufficienti per mandare l'uomo a processo, con il rito immediato.
Domenica 2 Dicembre 2018, 16:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP