Trent'anni degli scout Piero Strianese,
la grande festa con caccia al tesoro

Trent'anni degli scout Piero Strianese, la grande festa con caccia al tesoro
di Alessandro Mazzaro
Venerdì 30 Settembre 2022, 19:39 - Ultimo agg. 20:09
3 Minuti di Lettura

Il gruppo scout Agesci “Piero Strianese” Pontecagnano I festeggia trent'anni di attività con una caccia al tesoro che è pronta a farsi condivisione e amarcord. Trent’anni fa, nel 1992, si gettarono le basi per tracciare un sentiero che nel tempo è diventata strada maestra, grazie al coraggio e alla tenacia di un gruppo di visionari che, rimboccandosi le maniche si sono lasciati coinvolgere da questa meravigliosa avventura chiamata scoutismo.

«Riportare i nomi dei capi che nel corso degli anni si sono susseguiti - dicono gli organizzatori - sarebbe impossibile e non lo vorrebbero nemmeno perché non si sceglie di servire per una gloria personale ma per rispondere ad una silenziosa chiamata interiore che fa emergere l’innato spirito di servizio e l’amore per i ragazzi che ognuno di noi ha dentro di sé». Gli ultimi anni non sono stati facili, la pandemia e il distanziamento sociale sono stati lo stimolo per inventare “uno scoutismo 2.0”.

Video

«Tutto - dicono gli scout - pur di non fa sentire soli i nostri ragazzi per continuare ad alimentare quel fuoco che anima il nostro servizio». Con l'entusiasmo che li contraddistingue domani, sabato 1 ottobre, si ritroveranno (alle ore 16.00 in via Aldo Moro 1) insieme alla comunità di Pontecagnano Faiano a festeggiare un compleanno così importante: adulti, bambini e ragazzi divisi in squadre si affronteranno in una Caccia al tesoro, con tappe che coinvolgeranno tutti i luoghi cari al gruppo. «Sarà una grande festa - concludono gli organizzatori - quando la sera alzeremo gli occhi al cielo un pensiero andrà alle nostre due stelle luminose, il nostro amato Piero e Chiara che avendo fatto tutto il percorso incarna a pieno lo spirito del servizio facendo dello scoutismo testimonianza di vita. Essi vivono nei sorrisi dei nostri ragazzi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA