«Sette colpi»: l'installazione a Polla per ricordare Mimmo Beneventano, ucciso dalla camorra

Lunedì 2 Agosto 2021 di Pasquale Sorrentino
«Sette colpi»: l'installazione a Polla per ricordare Mimmo Beneventano, ucciso dalla camorra

È stato inaugurato a Polla il largo "Mimmo Beneventano", il politico di Ottaviano ucciso nel 1980 dalla Camorra. Inoltre c'è stato il taglio del nastro dell'opera "Sette colpi" di Arturo Ianniello dedicata al medico originario di Petina e che aveva vissuto anche a Polla, dove ancora vive una delle due sorelle. L'idea è stata portata avanti dall'associazione I ragazzi del Ponte guidata dal presidente Federico Curcio con il supporto e il contributo del Comune di Polla, della Fondazione Mimmo Beneventano e dell'associazione Paolo Masullo. Prima del taglio dei nastri un convegno sulla giustizia alla presenza del consigliere regionale Corrado Matera intervenuto dopo i saluti del sindaco Loviso. Le conclusioni sono state affidate al procurare di Potenza, originario di Polla, Francesco Curcio che ha sottolineato l'importanza del ruolo della società civile nel controllo del territorio in collaborazione con le istituzioni. "La lotta alla Camorra spetta a noi istituzioni ma anche ai cittadini e alle amministrazioni che devono controllare e anche evitare di avere contatti con chi vive di Camorra". I ringraziamenti infine sono stati affidati a Rosalba, sorella di Mimmo. La benedizione delle opere è sta di don Franco Maltempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA