Finto zio per prendere studentessa
da scuola, ma il gip nega l'arresto

di Nicola Sorrentino

  • 195
NOCERA INFERIORE - No all'arresto, deciso dal gip, per l'uomo che tentò di portare via da scuola una bambina spacciandosi per un suo parente. Dopo la denuncia sporta ai carabinieri, per l'episodio datato intorno alla metà di novembre, la procura aveva raccolto tutti gli elementi a carico del soggetto e richiesto una misura cautelare. L'indagine era partita prima dall'identificazione dell'uomo, grazie ad immagini video e testmonianze, fino alla ricostruzione dell'intero episodio. A fornire i maggiori dettagli fu la dirigente scolastica. Secondo quanto accertato quel giorno, l'uomo si era spacciato per lo zio di una piccola alunna, recandosi presso la scuola elementare al termine dell'orario di lezione. Ma quando - secondo protocollo - il personale scolastico aveva chiesto a quello sconosciuto i documenti, questi aveva pensato bene di andare via. Tuttavia, gli elementi raccolti a suo carico non sono stati ritenuti sufficienti dal gip per il via libera ad un'ordinanza di custodia cautelare. L'episodio aveva messo in allarme studenti e genitori. I carabinieri si erano invece serviti dei sistemi di videosorveglianza per lavorare sull'identità dell'uomo, che non risulta avere precedenti penali a suo carico. Allo stato non si conoscono nemmeno le intenzioni che avrebbe avuto quel giorno, quando recatosi fuori alla scuola, scelse di prendere con se una studentessa, fingendosi un suo familiare. L'indagine della procura prosegue.
Sabato 1 Dicembre 2018, 09:21 - Ultimo aggiornamento: 01-12-2018 10:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP