Simulano incidenti stradali ma l'assicurazione li smaschera: ora sono indagati

di Nicola Sorrentino

  • 4
NOCERA INFERIORE. Avrebbero simulato, ognuno per se, un incidente stradale, al fine di ottenere il premio assicurativo. Ora sono stati raggiunti dall'avviso di conclusione delle indagini, firmato dalla Procura di Trieste, sede delle compagnie assicurative. I fatti si sono consumati però nel salernitano, a Nocera Inferiore e a Scafati. La prima indagata, C.D.F , 47enne paganese, denunciò un incidente a Nocera il 26 novembre 2015, dove riferì di danni riportati dalla propria auto, una Fiat 500, causati dallo scontro con un'altra auto, che si era immesa nella sua stessa corsia di marcia. La proprietaria di quest'ultima aveva però disconosciuto il sinistro, comunicandolo all'agenzia assicurativa in questione. Il secondo sinistro fu invece denunciato sempre a Nocera, da un 60enne, che comunicò all'assicurazione di danni provocati al suo veicolo, durante una manovra di parcheggio, da un'altra auto. Anche il proprietario di quest'ultimo mezzo, disse però che l'incidente non era mai avvenuto. Così la terza, una 48enne napoletana, che attraverso il proprio legale, chiese conto di danni riportati all'uscita dell'autostrada Scafati-Pompei. In questo caso, la procura ha individuato anche un testimone falso, grazie alle attività investigative condotte dall'assicurazione. I tre, dopo l'avviso di garanzia, potranno chiedere di essere sentiti prima che la procura chieda per loro il processo con l'accusa di falso 
Lunedì 10 Settembre 2018, 17:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP