Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Salerno, sono 44 gli insegnanti
che vanno in pensione da precari

Lunedì 27 Giugno 2022 di Gianluca Sollazzo
Salerno, sono 44 gli insegnanti che vanno in pensione da precari

In pensione da precari. Per 44 maestre e prof inseriti fino all’anno scorso nelle Gae, le Graduatorie ad esaurimento dei precari storici, è scattato il depennamento per sempre. Perché? Hanno raggiunto il limite d’età per restare nelle liste dei precari. Insomma, hanno maturato la pensione senza essere mai diventati docenti di ruolo. Il depennamento dalle liste dei precari di lungo corso è stato disposto a giugno con l’aggiornamento delle nuove Gae che saranno valide per le assunzioni a scorrimento dal prossimo mese di agosto. Una vita da precari terminata con la pensione. Una vita spesa a rincorrere un obiettivo che non è mai arrivato. Adesso per i 44 insegnanti scatta la pensione ma con lo stigma del precariato. Pazza storia all’italiana che ripropone il drammatico problema della reiterazione dei contratti a tempo determinato e dell’avanzata età anagrafica dei precari che dopo una vita di supplenze riescono a raggiungere il traguardo del ruolo.

Stando alle liste aggiornate a giugno 2022 pubblicate nei giorni scorsi dall’Ufficio scolastico provinciale, tra i super precari della scuola di casa nostra ci sono anche anziani ultra 60enni che attendono ancora di varcare la soglia delle scuole da immessi in ruolo. Sono precisamente 40 i 60enni che insegnano ancora da supplenti. Tra infanzia e superiori si trovano ancora 2 insegnanti 63enni; 12 i docenti 62enni; 14 i precari 61enni; 12 i 60enni. La percentuale di presenza più alta di docenti precari tra i 60 anni e i 64 anni alle scuole dell’infanzia dove il 7% dei precari ha superato i 60 anni, mentre il 4% dei precari ha compiuto 60 anni alle elementari. Ma per le maestre-nonne come per le più giovani inserite in Gae restano le briciole in vista del piano assunzioni di questa estate. Ai 37mila aspiranti precari inseriti nelle Gps (Graduatorie provinciali scolastiche), che hanno accolto 14 mila domande in più di inserimento rispetto al 2020, si aggiungono i 1.303 gli insegnanti salernitani inseriti nelle interminabili Gae, meglio conosciute come Graduatorie ad esaurimento. Si tratta dei precari storici di lungo corso che insegnano da più di 15 anni alla ricerca di una cattedra a tempo determinato.

Video

Nelle Gae ci sono 666 maestre dell’infanzia precarie di posto normale, 20 di posto di sostegno; poi ci sono 398 maestre di scuola elementare posto comune e 40 di posto di sostegno; alle medie sono 11 i precari in lista su posto normale e 1 sul sostegno; alle superiori sono 176 i precari di posto normale in lista e 11 su posto di sostegno. 

Ultimo aggiornamento: 14:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA