Sostanze dopanti nelle palestre,
tra gli arrestati un giovane di Nocera

Mercoledì 12 Febbraio 2020 di Nicola Sorrentino

NOCERA INFERIORE. C'è anche un ragazzo di Nocera Inferiore, di 19 anni, coinvolto in un'operazione condotta dai carabinieri del Nas in Sicilia, concentrata sullo smercio di sostanze dopanti con effetti anabolizzanti nelle palestre. Gli indagati sono tutti titolari di palestre o preparatori altetici. Il giovane nocerino ha 19 anni. Insieme ad altri, risponde a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata alla ricettazione e commercio di sostanze biologicamente o farmacologicamente attive, al fine di alterare le prestazioni agonistiche di atleti gravitanti nel mondo del bodybuilding e delle palestre. Le misure cautelari sono state firmate dal gip di Palermo dietro richiesta della procura locale. A supporto delle indagini dei Nas, anche il lavoro dei militari del Comando provinciale di Palermo.

Tra i medicinali utilizzati e sequestrati, vi erano anche farmaci per cavalli che hanno come effetto collaterale quello di causare problemi epatici, tra l'altro riscontrati anche su alcuni degli indagati. Ancora, i militari hanno rinvenuto il Nandrolone, classificato a tutti gli effetti come sostanza stupefacente. Mentre sono duemila in totale le confezioni sequestrate durante 25 perquisizioni, in gran parte detenute da uno dei quattro arrestati. L'indagine conta, in totale, 16 indagati, tra atleti di body building e dilettanti, con un giro d'affari quantificato in circa 300mila euro l'anno. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA