Sparatoria in pieno centro,
pistolero in cella dopo tre settimane

Venerdì 22 Maggio 2020 di Angela Trocini
Tratto in arresto il 40enne che ad inizio mese ha esploso alcuni colpi di pistola minacciando di morte un uomo. Ad eseguire la misura cautelare in carcere, ieri mattina, sono stati gli agenti della Squadra Mobile di Salerno, dopo una serrata attività investigativa. L’episodio è accaduto la sera del 5 maggio scorso in pieno centro quando un uomo, che era in auto, fu avvicinato da uno scooter alla cui guida c’era A.I. (conosciuto dalla vittima) che gli esplose contro alcuni colpi di pistola. Subito dopo l’aggressore fuggì a bordo dello scooter mentre la vittima, nel tentativo di bloccarlo, lo inseguì e durante la fuga l’autore della minaccia esplose altri due colpi di pistola, uno dei quali si conficcò nel parabrezza anteriore dell’auto.

Sul posto gli agenti della sezione volanti per un primo intervento e le successive indagini della Mobile (agli ordini dei vicequestori Casello ed Ingenito) sono riuscite a ricostruire la dinamica e individuare l’autore nella cui abitazione, al termine di una perquisizione, sono stati rinvenuti 6 proiettili calibro 7,65. Anche la vittima, interrogata dal magistrato, ha ricostruito i fatti indicando l’autore dell’attentato. Elementi accolti dal gip nella misura cautelare in carcere a carico del 40enne salernitano, accusato di aver portato in luogo pubblico esplodendo colpi d’arma da fuoco, aver detenuto varie cartucce ed esploso in direzione della parte offesa più colpi di pistola, minacciandolo di morte. Ultimo aggiornamento: 08:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA