«Spettacolo. In altre parole»
con Marta Barcelò e Paola Quattrini

Giovedì 30 Settembre 2021
«Spettacolo. In altre parole» con Marta Barcelò e Paola Quattrini

“Spettacolo. In altre parole” è il titolo della prima rassegna sulla drammaturgia europea che si terrà a Salerno, presso gli spazi del Teatro Nuovo di via Laspro, fino al 3 ottobre. Le serate, dedicate per questa edizione 2021 alla Spagna, sono ad ingresso gratuito. Tra gli ospiti, scelti dai direttori artistici Pasquale De Cristofaro e Pino Tierno, alcuni tra i principali protagonisti della scena teatrale contemporanea. Il 1 ottobre (ore 18.30), il teatro Nuovo ospiterà una conversazione con Simone Trecca, Pino Tierno e Marta Barcelò. A seguire la lettura di "Prima che arrivi il tedesco" di Marta Barcelò per la traduzione di Pino Tierno a cura di Enrico Maria Lamanna con Iacopo Sorbini e Paola Quattrini. La straordinaria attrice teatrale italiana darà voce a una commedia molto particolare e ricca di spunti di riflessione.

«È una lettura movimentata. Un testo di una poesia pazzesca che racconta di una donna di soli sessant’anni alla quale viene comunicata la certezza che avrà l’Alzheimer, senza tuttavia sapere quando. Nonostante il tema drammatico legato ad una delle malattie più terribili che ci ruba l’anima, è un inno alla vita, che Giulia, la protagonista, vuole assaporare, godere fino in fondo, facendo incetta e tesoro di quante più emozioni vitali riesca ad afferrare», spiega Paola Quattrini. L'autrice del testo, Marta Barcelò, laureata in Arte drammatica (specialità mimo) e con alle spalle una carriera di studi circensi, ha vinto diversi premi, tra cui il Torneo di sceneggiatura delle isole Baleari e i tornei della Temporada Alta de Girona e del Transatlantico di Buenos Aires. È stata premiata con il Palanca i Roca Theatre Prize nel 2020 con la sua opera “Anar a Saturn i tornar”. Ha lavorato a un romanzo per bambini e a vari cortometraggi. E' co-direttore del Cine, Centro Sineu per la ricerca sulle arti dello spettacolo. Il suo nome è legato alla storica casa di produzione Res de Res i En Blanc, dove per un ventennio ha lavorato come creatrice, attrice, trapezista, co-regista e autrice di opere di mimo. 

La rassegna si chiude il 3 ottobre (18.30) con una conversazione che vedrà protagonisti Giuseppe Gentile, Pino Tierno e Guillem Clua a cui seguirà la lettura di “Smiley – after love” di Guillem Clua, adattamento e traduzione di Pino Tierno, con Andrea Palladino e Luca Trezza, a cura di Antonello De Rosa. La rassegna è organizzata da Icra Project Napoli diretta da Michele Monetta e Lina Salvatore, in collaborazione con l'associazione Scena sperimentale Gennaro Vitiello, Teatro Nuovo di Salerno, Associazione Campania Danza e la collana di teatro contemporaneo Corponovecento. L'iniziativa gode del sostegno della Regione Campania e del patrocinio morale del Comune di Salerno, dell'Istituto Cervantes e dell'Institut Ramon Llull. Per partecipare agli incontri sono obbligatori la prenotazione e il green pass. Per info: www.teatronuovosalerno.it089-220886, 089-227595 e 3396510974.

© RIPRODUZIONE RISERVATA