Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Dalla stazione al Ruggi gli abusivi
della sosta assediano anche i turisti

Domenica 5 Giugno 2022 di Gianluca Sollazzo
Dalla stazione al Ruggi gli abusivi della sosta assediano anche i turisti

Turisti e viaggiatori assediati dai parcheggiatori abusivi. È accaduto ieri mattina nei pressi della stazione ferroviaria di piazza Vittorio Veneto, dove due uomini hanno imperversato durante l'intera mattinata imponendo l'obolo per la sosta a residenti ma anche turisti che si recavano alla stazione per prendere i treni verso località delle vacanze. Turisti alla ricerca di un posto auto temporaneo e costretti ad imbattersi dei posteggiatori. I luoghi controllati dagli abusivi sono localizzati nelle traverse di piazza Vittorio Veneto fino agli uffici dell'Inps. I parcheggiatori hanno imposto l'obolo per la sosta anche a chi semplicemente doveva fare un biglietto del treno, con atteggiamenti insistenti e pressanti. E non è mancato chi ha chiesto l'intervento della Polizia municipale per porre un freno alla deriva di illegalità. I due trasgressori si sono dati alla fuga in varie occasioni per poi ritornare e prendere possesso della zona. La Polizia municipale, agli ordini del comandante Rosario Battipaglia, ha sanzionato 2 parcheggiatori già recidivi, quindi destinatari di sanzione amministrativa.

Ma il campanello d'allarme suona forte. Hanno ripreso piede. E la lotta è diventata quasi quotidiana. I parcheggiatori abusivi spuntano di nuovo come funghi sul territorio comunale. Nemmeno il daspo urbano riesce più a fermarli. In poco più di due mesi sono già 40 le contravvenzioni effettuate dalla Polizia municipale, una ventina i Daspo urbani richiesti alla Questura a carico di individui anche pregiudicati che molestano passanti imponendo il racket della sosta.

Dopo mesi di calma apparente il fenomeno è tornato prepotentemente a marcare cartellino. È accaduto a piazza Vittorio Veneto, dove un parcheggiatore ha cominciato a molestare gli automobilisti dinanzi alla stazione. A piazza Vittorio Veneto, nei pressi del molo Manfredi, al Polo nautico, e persino dinanzi al Comune. Movida tornata di nuovo ostaggio dei parcheggiatori abusivi. Sono tornati più fastidiosi e pressanti di prima dopo mesi di stop. E scatta il giro di vite della Polizia municipale che ha ricominciato ad elevare multe e denunce. Sono più di 40 i parcheggiatori identificati negli ultimi due mesi.

Video

«È ripresa la nostra offensiva dice il comandante Battipaglia registriamo purtroppo una recrudescenza del fenomeno dopo mesi in cui le presenze si erano ridimensionate». I parcheggiatori hanno ripreso gli appostamenti di sempre imponendo l'obolo per la sosta. È accaduto nei giorni scorsi dinanzi a Palazzo di Città dove un parcheggiatore presidiava costantemente la zona antistante il Comune e piazza Amendola imponendo l'obolo per la sosta. È il segno evidente che l'emergenza parcheggiatori sia ritornata prepotentemente. Ed è ritornato anche l'appostamento nei pressi del Ruggi, dove due abusivi sono stati beccati mentre esercitavano l'attività illegale di posteggiatore. Ritorna la doppia fila con l'aumento del traffico. E a fiutare l'affare ci pensano anche i parcheggiatori abusivi, pronti a ripresentarsi dopo lunghi mesi di freno. E c'è chi segnala tariffe maggiorate imposte dai parcheggiatori che arrivano ad avanzare richiesta anche di due euro per un parcheggio in zona vietata in centro. Insomma la situazione sta diventando di nuovo insostenibile e i cittadini protestano, chiedendo una intensificazione dei controlli in zone ritenute sensibili del capoluogo.


Ieri intanto controlli rafforzati dalla Polizia municipale in zona mercato rionale di Torrione. Dopo i disagi registrati a maggio a causa delle lacune del dispositivo di traffico attorno al mercato rionale di via Robertelli, ieri s'è registrato un presidio dei vigili urbani per meglio disciplinare l'accesso al mercato e scongiurare il pericolo sosta selvaggia. E i risultati si sono visti. File meno lunghe e traffico più scorrevole. Un servizio di controllo che andrebbe a questo punto ripetuto per rendere meno caotiche le mattine del sabato nel quartiere Torrione.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA