Coronavirus, a Nocera i soldi della gita
a scuola per comprare mascherine

Sabato 28 Marzo 2020 di Nicola Sorrentino
I soldi della gita per comprare mascherine. E' l'iniziativa degli alunni della seconda C della scuola "Fresa Pascoli" a Nocera Superiore". A riferire del gesto di solidarietà dei ragazzi è stato il dirigente scolastico. Gli alunni hanno deciso di utilizzare ciascuno la somma di 20 euro, già versata in precedenza per una gita purtroppo per loro saltata, per acquistare delle mascherine da donare in beneficenza. Ad informare il dirigente Michele Cirino è stato il presidente del consiglio d'istituto Paolo Sessa. Questa la comunicazione del Consiglio di Istituto: «Vi volevo aggiornare su una bella iniziativa della 2C : hanno concordemente deciso di utilizzare la somma di 20 euro versata da ciascun alunno per la gita per acquistare mascherine da donare in beneficenza e volevano l’approvazione del Preside. Mi sono permesso di dire che il Preside e tutti noi siamo orgogliosi di avere genitori e cittadini con tale senso civico e che avalliamo tale Bravissimi i miei ragazzi che fanno risposte più adeguate delle nostre».

LEGGI ANCHE Coronavirus in Vallo di Diano, sos del vicesindaco (positivo) a De Luca

Un invito recepito positivamente dal preside: «I miei alunni - ha scritto il dirigente attraverso Facebook - autentici spartani nella lotta contro il Coronavirus. Un gesto che mi ha fatto emozionare, orgoglioso di essere preside di questi ragazzi che mi hanno fortemente arricchito. L’iniziativa va tracciata e promossa per esempio anche su altri casi analoghi. Stilerò un comunicato da diramare a tutto il territorio. È questo un piccolo gesto ma una grande risposta di civiltà e di senso civico. Ai docenti degli alunni di attenzionare anche nella valutazione degli alunni. Sono queste competenze che la scuola deve trasmettere. Onore e merito ai miei alunni avanguardia di un mondo che risorgerà dopo il virus forte della loro forza e senso civico. Paolo, grato anche a te ed a tutte le famiglie che sostengono la scuola. Nella tempesta non affonderemo perché la nostra nave e’ inaffondabile. Orgoglioso di essere preside di questa grande comunità scolastica».  © RIPRODUZIONE RISERVATA