Pagani, 45mila euro per nuove assunzioni
di vigili urbani per contrastare lo spaccio

Venerdì 14 Gennaio 2022 di Nicola Sorrentino
Pagani, 45mila euro per nuove assunzioni di vigili urbani per contrastare lo spaccio

Finanziamento per contrastare il traffico di droga in città. Dalla Traversa San Rocco a via Ferrante, fino a via Tramontano, nei pressi del cinema, così come a piazza Sant'Alfonso. Questo l'elenco contenuto nella richiesta di finanziamento - circa 45mila euro destinata al Comune di Pagani - per prevenire e contrastare il fenomeno delinquenziale. Nella lista sono comprese anche via Trotta e la villa comunale, così come via Trento nei pressi del “Parco di bimbi”.

Il finanziamento rientra nell'ambito dei fondi per la sicurezza urbana messi a disposizione dal Ministero dell’Interno e quello dell’Economia e delle Finanze. Il governo ha riconosciuto una somma di 5 milioni, che dovrà essere ripartita dalla Prefettura previa analisi delle situazioni specifiche di ciascun comune. Il progetto presentato dall’ente prevede il coinvolgimento della polizia municipale. L’amministrazione mira a potenziare il comando della municipale, specie in ambito di prevenzione, che «allo stato, a causa dell’esiguità del personale e delle risorse, non è in grado di effettuare». I finanziamenti serviranno a migliorare il servizio di viabilità ma utilizzato poi, per la prevenzione e repressione degli episodi di spaccio. I 45mila euro sarebbero così ripartiti: 40mila per straordinari e nuove assunzioni, 5mila per convegni sul tema in collaborazione con gli istituti di scuola media e superiore presenti in città, si legge nella scheda firmata dal sindaco De Prisco, dall’assessore alla Sicurezza, Veronica Russo, e dal comandante Diodato Sarno. Con l’arrivo dei fondi, spetterà alla municipale potenziare la sorveglianza nei punti più sensibili del territorio per arginare il fenomeno dello spaccio. «Sul territorio paganese - dice il sindaco Raffaele De Prisco - si riscontra un alto indice di criminalità dedito alla vendita e cessione di sostanze stupefacenti anche nelle forme associate, tant’è che solo nell’ultimo anno la DDA di Salerno ha proceduto all’esecuzione di ben 54 ordinanze di custodie cautelari disposte dal Gip"

© RIPRODUZIONE RISERVATA