Oliveto, litiga col fidanzato, lo chiama
e si fa trovare impiccata ad un albero

di Francesco Faenza

0
  • 3291
OLIVETO CITRA - Litiga con il fidanzato, si uccide a 36 anni. Inutili i soccorsi del compagno, inutile anche l'intervento dei rianimatori. Giuliana Moscato, infermiera, è morta ieri pomeriggio alle 14. Ha usato un foulard per impiccarsi. Ha scelto un albero, in località Vallipote, all'uscita della Fondo Valle Sele, in una zona dove di sera si fermano le coppiette in auto. Prima di suicidarsi, Giuliana ha avvisato il fidanzato. L'infermiera era rientrata a Oliveto Citra da qualche giorno. Avrebbe trascorso le vacanze pasquali nell'alto Sele. Ma l'armonia nella coppia è stata distrutta da una novità che ha spinto Giuliana al suicidio.

La salma della 36enne è stata sequestrata e trasferita in sala mortuaria. Sull'episodio indagano i carabinieri del posto, coordinati dal tenente Geminale. I militari hanno ascoltato il fidanzato. E' probabile che computer e telefonino della ragazza suicida verranno ispezionati dagli investigatori. La procura di Salerno ha aperto un fascicolo di indagine. Al momento non ci sono indagati. Ma l'ipotesi dell'istigazione al suicidio non è ancora esclusa.

L'intero paese dell'alto Sele è sotto shock. Giuliana si era diplomata al liceo classico di Eboli per poi trasferirsi a Pisa, per gli studi universitari. A Riccione aveva trovato il primo impiego, di recente lavora in un ospedale a Rimini.
Il suo ritorno a Oliveto Citra si è trasformato in tragedia. I carabinieri dovranno capire se ci sono responsabilità di altre persone. 
Mercoledì 12 Aprile 2017, 20:15 - Ultimo aggiornamento: 12-04-2017 20:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP