Tragedia sfiorata in Costiera
operaio precipita dal costone

Giovedì 30 Luglio 2020 di Mario Amodio
Tragedia sfiorata in Costiera operaio precipita dal costone

Tragedia sfiorata ieri mattina in Costiera Amalfitana dove un rocciatore è improvvisamente caduto da un’altezza di circa dieci metri mentre stava lavorando con altri colleghi alla messa in sicurezza di un costone roccioso. L’incidente, in seguito al quale l’uomo, un 37enne di Colliano, ha riportato la frattura di un braccio e una profonda ferita lacerocontusa alla testa, si è verificato poco prima delle 10 a Conca dei Marini. Esattamente a ridosso della provinciale che unisce il territorio di Amalfi con Agerola. Qui, al di sopra della galleria in località Punta Giobbe, era in corso un intervento di apposizione di reti metalliche di protezione a cui stavano lavorando due squadre di rocciatori. Improvvisamente l’uomo, mentre era all’opera nei pressi di un arbusto ancorato alla montagna, è precipitato nel vuoto da un’altezza di circa dieci metri. Allo sfortunato rocciatore che era protetto regolarmente dai dispositivi di sicurezza come il casco e i verricelli, stando a quanto si apprende, si sarebbe sganciata una delle funi a cui era attaccato e in seguito al salto nel vuoto avrebbe battuto prima sulla roccia sottostante per poi atterrare su un cumulo di vegetazione tagliata poco prima dalla parete rocciosa. Prontamente soccorso dai colleghi che erano con lui ieri mattina al di sopra della galleria per eseguire i lavori di messa in sicurezza, disposti dalla Provincia di Salerno, l’uomo era cosciente anche se dolorante e riportava una profonda ferita alla testa. Allertata la macchina dei soccorsi sul posto sono giunti un’ambulanza del 118 in forza al Saut di Castiglione e i vigili del fuoco del distaccamento di Maiori che hanno provveduto a recuperare lo sfortunato operaio.

Ultimo aggiornamento: 11:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA